Archivio

Il ministro Alfano alla Farnesina

“È con grande onore ed entusiasmo che assumo l’incarico di Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, alla vigilia di un anno molto importante per l’Italia nel mondo”.inizia così il primo messaggio che il nuovo Ministro degli esteri Angelino Alfano indirizza oggi al personale della Farnesina, in servizio in Italia e all’estero.

“Nel 2017 – ricorda Alfano – avremo la Presidenza del G7, siederemo nel Consiglio di Sicurezza dell’ONU, ospiteremo il 60° anniversario dei Trattati di Roma e il vertice del “Processo dei Balcani occidentali” e guideremo il “Gruppo Mediterraneo” dell’OSCE. Questi appuntamenti rappresenteranno straordinarie occasioni per la nostra politica estera e per promuovere la visione italiana, tradizionalmente improntata al dialogo, al rispetto dei diritti umani, al multilateralismo, sullo sfondo di un solido impulso al progetto europeo e ai rapporti transatlantici. Gli appuntamenti del 2017 ci consentiranno inoltre di rimettere al centro dell’agenda internazionale il Mediterraneo, crocevia di conflitti e crisi politiche, umanitarie, migratorie molto complesse, ma anche luogo di grandi opportunità, dove si decidono le sorti del destino che accumuna Europa e Africa”.

“Di fronte alla dinamicità del contesto che ci circonda e nella consapevolezza del ruolo insostituibile delle istituzioni nella proiezione estera del Paese, – continua il Ministro – siamo chiamati a contribuire in maniera propositiva per rispondere alle numerose sfide multidimensionali che abbiamo davanti e che toccano direttamente, come mai prima, la vita dei cittadini: dal terrorismo, all’immigrazione, dal commercio, alla sostenibilità ambientale”.

“In continuità con chi mi ha preceduto, – assicura – valorizzerò il cruciale contributo della politica estera all’azione del Governo, in particolare a favore dell’innovazione e dell’adozione in ambito europeo di politiche migratorie comuni, oltre che di politiche economiche finalmente orientate alla crescita. Sono certo che nel perseguire questi obiettivi potrò contare sull’alta professionalità e il senso dello Stato di tutto il personale della Farnesina, impegnato ogni giorno a Roma e nella Rete estera per la promozione degli interessi nazionali, la valorizzazione delle nostre imprese, la tutela dei connazionali”.

“Un pensiero speciale di gratitudine e incoraggiamento – sottolinea Alfano – va in particolare alle donne e agli uomini della Farnesina in servizio nei teatri di crisi, che affrontano rischi e sacrifici ancora maggiori. Sono convinto che, grazie al lavoro di squadra e alla piena condivisione di priorità e obiettivi, riusciremo ad assicurare il successo della nostra azione diplomatica e contribuire ad un mondo più stabile e sicuro. Buon lavoro a tutti!”.

(aise) 

Categorie:Archivio

Rispondi