Italiani nel mondo

Garavini (IV) – Chi mantiene la casa in Italia, desidera sentirsi italiano”

“Gli italiani all’estero rappresentano una ricchezza per il nostro paese. Valorizzarli vuol dire fare del bene anche alla nostra economia.È importante che l’Unaie – l’Unione delle associazioni immigrati ed emigrati – abbia posto la questione nelle sedi parlamentari. E che chieda interventi per la promozione del sistema Paese nel complesso, in modo tale che diventi attraente per tutti i talenti, sia italiani che stranieri”. È quanto dichiara la Senatrice Laura Garavini, Vicepresidente Gruppo Italia Viva-Psi, intervenendo in commissione Esteri a seguito dell’audizione della presidentessa dell’Unaie, Ilaria Del Bianco.

“I connazionali nel mondo continuano a sentire forte il legame con il Paese di origine, mantengono la loro abitazione in Italia e, così facendo, evitano spesso il degrado architettonico dei borghi di provenienza e favoriscono il turismo di ritorno. Proprio in virtù del loro sentimento di appartenenza è giusto non penalizzarli. Per questo, sarebbe un’ingiustizia reintrodurre il pagamento dell’Imu, cancellato nel 2015 con il il Governo Renzi per i pensionati all’estero” ha concluso la senatrice, invitando i parlamentari degli altri gruppi, componenti della commissione Esteri ad un intervento condiviso in favore dell’abolizione dell’Imu per i connazionali residenti oltreconfine.

Categorie:Italiani nel mondo