Italiani nel mondo

Garavini (IV) – Colpevole vuoto democratico per italiani nel mondo da taglio eletti all’estero

“Gli italiani nel mondo sono aumentati del 70 per cento dal 2006, ossia dalla prima volta in cui si è votato per la circoscrizione estero. A fronte di un incremento così significativo, il Parlamento ha deciso di ridurre drasticamente il numero dei loro eletti. Creando un vuoto democratico e uno squilibrio di rappresentanza che purtroppo, nel tempo, avrà delle conseguenze. Per questo è ancora più importante individuare delle sedi istituzionali dedicate specificatamente alle questioni che riguardano i connazionali trasferiti all’estero”.
“E che non sono solo settoriali ma, al contrario, riguardano tutto il Paese. Come la promozione del made in Italy e della lingua e cultura nel mondo, la tassazione sugli immobili posseduti in Italia, il turismo di ritorno e tante altre voci delle quali si fanno promotori gli italiani all’estero. Ma ne beneficia l’intero sistema Paese”. E’ quanto dichiara la senatrice Laura Garavini, Vicepresidente vicario gruppo Italia Viva-Psi, intervenendo in conferenza stampa alla Camera per la presentazione della bicamerale sulla mobilità degli italiani nel mondo.

Categorie:Italiani nel mondo