Archivio

Tutelare gli italiani ed i cittadini europei in UK nei negoziati con l’Europa

Question time della Deputata PD in Commissione Esteri Laura Garavini:

“Preoccupazione e delusione per il risultato sulla Brexit, ma non rassegnazione. Gli italiani in Gran Bretagna non intendono darla vinta a chi sarebbe contento, se loro lasciassero il Paese. Anzi: si aspettano una soluzione negoziale che garantisca loro i diritti acquisiti finora. È quanto chiedono i nostri connazionali nel Regno Unito. L’ho potuto appurare a Londra, ospite dell’annuale barbecue del PD, come pure dai messaggi ricevuti dai tanti italiani che mi hanno contattato, dopo il voto referendario. Ed è quanto esprimono anche i più di cento accademici italiani, attivi in Gran Bretagna, che hanno scritto una lettera aperta al Presidente Del Consiglio sollecitando l’impegno del Paese a tutela delle istanze degli italiani lì residenti.

Nel corso del prossimo negoziato fra l’UE e la Gran Bretagna è opportuno che l’Italia faccia l’impossibile per assicurare il mantenimento dei diritti acquisiti dai cittadini italiani, ed europei, residenti in Gran Bretagna. A partire dalla salvaguardia di quelle famiglie composte, ad esempio, da genitori o nonni di cittadinanza italiana, e figli e nipoti di cittadinanza inglese. In un’ipotesi estrema queste famiglie potrebbero ritrovarsi forzatamente separate, nel momento in cui i cittadini sprovvisti di cittadinanza britannica fossero costretti a lasciare il paese. Anche gli studenti e i ricercatori italiani vanno salvaguardati attraverso la proroga dell’esonero da tasse universitarie e scolastiche, come pure attraverso la concessione di sussidi e borse di studio, che oggi sono praticamente equivalenti a quelli riservati ai cittadini britannici.

Proprio per sensibilizzare il Governo ad attrezzarsi in vista di questi negoziati che verranno condotti nei prossimi due anni ho presentato un’interrogazione a risposta immediata in Commissione Esteri, sollecitando il Ministro agli Esteri, Gentiloni, a prevedere un piano per studiare gli effetti pratici della Brexit sulla vita della comunità italiana residente nel Regno Unito, nonché per individuare le possibili soluzioni e priorità di intervento”. Lo ha dichiarato Laura Garavini, dell’Ufficio di Presidenza del Gruppo PD alla Camera, rendendo nota la presentazione di un’interrogazione parlamentare in Commissione Esteri sul tema della Brexit, sottoscritta anche dai colleghi PD eletti all’estero Farina, Fedi, La Marca, Porta e Tacconi.

Categorie:Archivio

Rispondi