Italiani nel mondo

La Marca (Pd) – Al 39esimo anniversario della Società Villottese (Pordenone) di Toronto per la giornata del ricordo

Sabato, 9 febbraio, l’On. Francesca La Marca ha partecipato alla “festa dell’amicizia e della famiglia”, promossa dall’associazione villottese di Toronto in occasione del 39esimo anniversario del sodalizio. Presenti circa 300 convenuti. Villotta è una frazione di Chions, piccolo paese in provincia di Pordenone, i cui abitanti si sono sparsi in diversi Paesi del mondo, come Canada, Australia e Argentina, realizzando con il loro lavoro esperienze di successo.

Ha benedetto la cerimonia, Padre Papais, accolto dalla Presidente dell’associazione Alberta Bottos, e dalla Vice Presidente Elsa Querin. Presenti anche i Signori Gino Vatri e Danilo Cal, rispettivamente Presidente e Capogruppo degli Alpini di Toronto.

Nel corso del suo intervento, l’On. La Marca, dopo avere ringraziato per l’invito, ha ricordato che vi sono oltre tre milioni di friulani nel mondo. “In tutti i paesi dove sono andati – ha aggiunto – hanno portato il loro forte senso di laboriosità  e la loro capacita di fare comunità. I tanti ‘Focolar furlan’ ne sono una testimonianza”.
L’associazione villottese – ha aggiunto La Marca – è un modello di coesione e longevità che porta avanti le tradizioni del piccolo paese d’origine anche a beneficio delle generazioni future. Sono orgogliosa di voi villottesi per avere contribuito a costruire la mia e la vostra bella città.

A conclusione, la parlamentare ha riaffermato il valore della “giornata del ricordo”: “La celebrazione dell’amicizia e della famiglia, perno della comunità friulana, non ci può fare trascurare che siamo alla vigilia di un evento tragico e significativo: la giornata del ricordo. Essa ci dà l’occasione di ricordare doverosamente il doloroso esodo degli istriani, fiumani e dalmati e le centinaia e centinaia di vittime delle foibe, assassinate spesso senza colpa dai partigiani titini. A loro il nostro commosso pensiero e per loro l’impegno a superare ogni forma di odio e di violenza”.

Categorie:Italiani nel mondo