Eventi

IIC Londra – Inaugurazione mostra “Buona la prima. Le migliori copertine dell’anno scelte dagli esperti”

L’Istituto Italiano di Cultura di Londra ospiterà lunedì 9 aprile alle ore 19 l’inaugurazione della mostra “Buona la prima. Le migliori copertine dell’anno scelte dagli esperti” ideata e curata da Stefano Salis e aperta al pubblico per la durata della London Book Fair (fino al 12 aprile).

All’iniziativa, promossa in collaborazione con Italian Trade Agency, parteciperanno Stefano Salis de Il Sole 24 Ore e Matteo Codignola di Adelphi Edizioni.

Per questa mostra, una giuria di 20 specialisti (grafici, illustratori, editor, giornalisti e bibliofili) ha scelto le migliori copertine di libri uscite in Italia nel corso del 2017. Ogni giurato ha votato 3 copertine, senza distinzione tra narrativa e saggistica, cartonati e tascabili – per un totale di 60 libri in mostra – motivando la propria scelta con una succinta nota. La giuria ha assegnato anche un “Premio della critica” alla migliore copertina, che è andato a Viaggio in Islanda (pubblicato da La Grande Illusion) di Guido Scarabottolo.

In occasione della London Book Fair, l’inaugurazione della mostra sarà preceduta da una conversazione tra Stefano Salis e Matteo Codignola (uno dei 20 giudici della mostra) sullo stato dell’arte della grafica e dell’editori italiana di oggi.

Stefano Salis è giornalista del Domenicale del Sole-24Ore, si occupa di editoria, letteratura e musica. Ha curato uno dei volumi della collana “Quaderni Leonardo Sciascia” e la prefazione dell’edizione italiana de “Il controllo della parola” di André Schiffrin. Ha poi introdotto le pubblicazioni della collana “I capolavori del Premio Strega” e, sempre per Il Sole 24 Ore, ha curato i Breviari di Gianfranco Ravasi.

Matteo Codignola è editor e traduttore per Adelphi. Tra i lavori più importanti, la traduzione in italiano di “Follia” di Patrick McGrath e de “La versione di Barney” di Mordecai Richler. Il suo libro di esordio è “Un tentativo di balena” (Adelphi).

L’ingresso alla mostra è libero.

Inform

Rispondi