Italiani nel mondo

Ungaro (Pd)- Bocciato l’accordo Brexit – Che l’Italia si prepari a No Deal

Questa sera gli occhi del mondo erano a Westminster dove e’ appena stato bocciato alla Camera dei Comuni il voto sull’accordo di recesso tra Regno Unito e Unione Europea. Il governo May ha subito una sonora sconfitta e il Regno Unito si ritrova in una grave paralisi politica ed istituzionale a meno di tre mesi dalla scadenza del 29 Marzo 2019. La probabilità di una uscita senza accordo, il cosiddetto no-deal, cresce a dismisura. Qui il mio commento su Democratica sul voto di oggi e i vari scenari possibili. In caso di uscita senza accordo, l’Italia deve farsi trovare pronta, questa la ragione della mia proposta di legge delega AC 1459 “Delega al Governo per l’adeguamento dell’ordinamento interno in conseguenza del processo di uscita del Regno Unito dall’Unione europea” che ho presentato lo scorso Dicembre per chiedere al governo di mettere in campo una serie di azioni per mitigare le conseguenze negative sui nostri cittadini e la nostra economia, dal riconoscimento dei titoli di studio e delle professionalità acquisite al rafforzamento dei nostri consolati (che già oggi non riescono a fornire un servizio decente ai cittadini – occorrono mesi per il semplice rinnovo di un passaporto – figuriamoci cosa accadrà quando per poter fare domanda per il  ‘Settled Status’’ molti cittadini si renderanno conto che serve un documento valido!), dalla promozione della piena convertibilità dei fondi pensione privati al sostegno della continuità contrattuale per i derivati finanziari non standardizzati. Occorre inoltre attivarsi per scongiurare il rischio di una ‘windrush’ italiana e  tutelare i diritti dei cittadini italiani ‘invisibili’ alle autorità britanniche (qui approfondisco la questione). Qui un estratto della conferenza quando con i capigruppo Graziano Delrio, Lia Quartapelle, Piero De Luca e l’On. Angela Schirò abbiamo presentato la proposta alla Camera dei Deputati

Categorie:Italiani nel mondo