Italiani nel mondo

Patagonia: l’emozione di trovare tanta italianità ai “confini del mondo”

Roma, 12 settembre 2016:- Invitati dal Sindaco e dalla Comunità italiana di Villa Regina, i due parlamentari del MAIE, l’on. Ricardo Merlo e l’on. Mario Borghese, hanno effettuato una visita di due giorni in Patagonia con varie tappe che hanno tocacto: Villa Regina, Cipolletti, General Roca e Neuquen.

“Tutte queste città sono caratterizzate da una forte presenza di italiani, italiani che in alcuni casi hanno lasciato la loro impronta anche col proprio nome, vedi il caso di Cipolletti, città fondata appunto da Cesare Cipolletti. –  come ha spiegato l’on. Ricardo Merlo – Siamo emozionati di trovare tanta italianità nella Terra alla fine del Mondo.”

L’on. Merlo e l’on. Borghese hanno iniziato la loro visita Giovedì 8 settembre  a Villa Regina con gli incontri istituzionali: alle ore 12.00 sono stati ricevuti dall’intendente, Daniel Fioretti, e dal Consiglio deliberante, alla presenza del Presidente,Josè Rayò. Poi hanno partecipato ad un pranzo ufficiale nel Club Nautico insieme ai consiglieri municipali e ai rappresentanti delle istituzioni italiane della città.

“Villa Regina è una città di quasi 50.000 abitanti, nata come colonia italiana nel 1924, dove le famiglie italiane sono l’assoluta maggioranza.” Ha sottolineato l’on. Borghese, che ha anche ricordato come le prime famiglie che hanno colonizzato questa remota terra provenivano prevalentemente dal Veneto, dal Piemonte e dal Friuli.

Nel pomeriggio, Merlo e Borghese hanno visitato le installazioni sportive del Circolo Italiano e la scuola di italiano Dante Alighieri, e dopo l’incontro con l’Agente Consolare Rodolfo Tonini,hanno presenziato all’inaugurazione della “Mostra della Famiglia italiana di Villa Regina”, presso il Galpón de las Artes.

In serata, presso il Cine Teatro del Circolo italiano di Villa Regina, hanno partecipato al lancio del progetto della cattedra libera “VILLA REGINA – ITALIA EN PATAGONIA” dell’’Università Nazionale di Río Nero (UNRN).
All’evento, che prevedeva  la proiezione di un documentario sulla storia della città, dei suoi immigrati e delle istituzioni che questi  hanno creato, erano presenti il vicegovernatore di Río Negro, Pedro Pessatti, l’ ing. Juan Carlos Paglialunga (CGIE – MAIE), il Console Generale d’Italia a Bahia Blanca, Marco Nobili, lo stori co Noe Seguino, e altre autorità provinciali e comunali. A conclusione di questa prima intensa giornata i due parlamentari del MAIE hanno partecipato all’inaugurazione con cena di benvenuto del locale “ROMA: TERRAZA  BAR”.

Venerdì 9 settembre, a General Roca, Merlo e Borghese hanno fatto visita all’ Associazione Italia Unida; quindi si sono recati  a Neuquen,  la più grande città della Patagonia, per numero di abitanti.

Neuquen è la provincia petrolifera più importante in Argentina, dove si trova “VACA MUERTA” una riserva di gas molto importante: la terza al mondo. Qui, ricevuti dal Presidente Mario Sileoni e dal Coordinatore MAIE Italo Neddiu, hanno incontrato i connazionali presso l’ Associazione Italiana locale.

Successivamente, hanno incontrato  l’Intendente, Horacio Quiroga, e nel primo pomeriggio c’è stato un  importante incontro con il Governatore Omar Gutierrez, a cui ha fatto seguito una conferenza stampa con i giornalisti dei principali media Provinciali.

Alle  18.30,sempre accompagnati dai rappresentati del MAIE Patagonia, Juan Carlos Paglialunga (MAIE Patagonia), Juan Alejandro Gresia (MAIE Gral. Roca) e Martin Vesprini (Maie Comahue- Villa Regina), Merlo e Borghese hanno tenuto una conferenza sul tema “Sistema politico italiano e riforma costituzionale” presso l’Università di Río Negro.

“Siamo molto soddisfatti – ha detto il presidente del MAIE al termine di questa visita in Patagonia –  Sono stati due giorni molto intensi, vissuti all’insegna della sensibilizzazione e della riflessione su temi importanti che riguardano la nostra patria, com e la revisione della nostra Costituzione. Ma ci sono stati anche momenti di incontro sociale con i nostri connazionali e di scambio di ricordi emozionanti in questa terra così lontana dall’Italia, dove il passaggio dei nostri emigrati è ben visibile e la presenza degli italiani è stata fondamentale per lo sviluppo di questa regione.”

La giornata si è conclusa con una cena sociale con i coordinatori del Maie Patagonia, presso la sede del Circolo Trentino

Patagonia_2016

Categorie:Italiani nel mondo

Rispondi