Italiani nel mondo

Pugliesi a Londra: grande successo per il “Networking Meeting”

Successo delle grandi occasioni per il networking meeting con la comunità pugliese a Londra, organizzato dalla Regione Puglia, Sezione Internazionalizzazione-Pugliesi nel Mondo, lo scorso 22 giugno presso l’Istituto Italiano di Cultura.

Alla vigilia di una data simbolo, in cui il popolo inglese si esprimeva a favore dell’uscita dall’Unione Europea, la delegazione regionale guidata dall’assessore allo Sviluppo Economico e all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone, ha incontrato oltre 50 tra imprenditori e manager pugliesi attivi nel settore finanziario, bancario e turistico, insieme con le rappresentanze dell’Ambasciata italiana a Londra, della Camera di Commercio italiana nel Regno Unito, dell’ Agenzia ICE, dell’Istituto Italiano di Cultura e del Comites di Londra.
Presente anche una delegazione delle associazioni britanniche iscritte all’Albo regionale dei pugliesi nel mondo, “Friends of Puglia” e “Italian Community Association”, e i partecipanti delle passate edizioni di Apulia Attraction e dell’International Women Entrepreneurs Forum, residenti a Londra.

Nell’incontro di networking si sono susseguiti diversi interventi con l’obiettivo di aggiornare e sensibilizzare sulle opportunità offerte dal sistema produttivo pugliese una platea d’eccezione: manager, professionisti e imprenditori di origine pugliese che risiedono in Gran Bretagna, interessati a promuovere e ad avere relazioni commerciali con la loro terra d’origine. Sono pugliesi, molti dei quali con meno di quarant’anni, con alle spalle una formazione di eccellenza che hanno avuto successo nel Regno Unito ed oggi possono aiutarci a veicolare, in un mercato che conoscono benissimo, la nuova immagine della Puglia quale partner ideale per chi è interessato agli investimenti industriali ma anche come meta di un turismo di qualità.
Molti di loro si sono dichiarati entusiasti di riscoprire la propria Puglia e fortemente interessati, anche da un punto di vista professionale, ad approfondire le opportunità di investimento prospettate dai rappresentanti delle agenzie regionali, Puglia Sviluppo e Pugliapromozione, intervenuti al networking meeting.

Appreso il risultato del voto inglese, l’assessore regionale Loredana Capone ha dichiarato: “Sono quasi 12mila i pugliesi iscritti all’AIRE che oggi vivono in Gran Bretagna e il Regno Unito è al settimo posto tra i partner della Puglia per le esportazioni. Oggi, dopo la Brexit, non sappiamo più quale sarà il futuro di queste relazioni né come vivranno lì i nostri connazionali e soprattutto i nostri giovani”.
“C’è grande preoccupazione tra i pugliesi che vivono in Gran Bretagna per l’uscita dall’Unione Europea”, ha proseguito Capone. “Da cittadini europei adesso si sentono apolidi: né italiani, né inglesi, né europei. Abbiamo incontrato una rappresentanza di essi a Londra, imprenditori e manager provenienti soprattutto dal settore bancario e finanziario”.

“Mentre scoprivano una Puglia per loro inedita che oggi offre tante opportunità per chi vuole investire, mostravano apprensione rispetto all’esito del referendum e per come sarebbero stati trattati nel tempo restando lì”, ha detto ancora l’assessore. “I pugliesi che risiedono nel Regno Unito da oggi si sentono diversi. Nel nostro incontro di networking a Londra si avvertiva in pieno il senso di precarietà e di incertezza per il futuro. Un problema che ci poniamo anche noi”, ha concluso Capone, “sia per il destino delle nostre comunità che per il futuro della promozione dei settori di punta della Puglia in Gran Bretagna, oggi non possiamo non interrogarci su quale sarà il prosieguo delle relazioni con questo Paese”.

(aise)

Categorie:Italiani nel mondo

Rispondi