Italiani nel mondo

Coordinamento SEL – Sinistra Italiana in Svizzera impegnato su IMU e TASI

È “urgente tornare sulle questioni di IMU e TASI affinché gli italiani all’estero non siano penalizzati rispetto ai cittadini italiani”. Così il Coordinamento SEL – Sinistra Italiana in Svizzera, annunciando i propri impegni che riguardano le politiche degli italiani all’estero.
“Non basta limitare i benefici ai soli pensionati, occorrono iniziative per estendere a tutti i cittadini all’estero le esenzioni!”, spiegano da Basilea. “Vanno con urgenza ripristinati i fondi per la lingua e cultura, ma va allo stesso tempo garantita una quota di intervento diretto del MAECI e vanno stabilite regole e forme di gestione più democratiche e trasparenti. Occorre dare seguito alle posizioni espresse dal vice ministro degli Esteri Mario Giro in merito alle incompatibilità di funzionari dei patronati e dei corrispondenti consolari”.
Per SEL “su tali delicate questioni non si può far finta di nulla, ma occorrono già da subito, da parte degli stessi COMITES e dei Consoli, misure conseguenti. Più in generale è necessario a nostro avviso un ulteriore intervento legislativo per regolamentare tutte le forme di incompatibilità sia nell’ambito dei COMITES sia nell’ambito del CGIE, che non possono ridursi a rappresentanze di interessi particolari”. Ed ancora “va garantita la continuità e la funzionalità delle strutture consolari, a nostro avviso senza ricorrere a poco chiare esternalizzazioni dei servizi”.
“Su tali questioni non ci accontentiamo certamente dei soliti comunicati roboanti di qualche parlamentare eletto all’estero, occorre un impegno continuo e attento a richieste e bisogni più generali dei nostri connazionali, comprese le voci critiche e di opposizione”. Ed il Coordinamento conclude: “Noi per primi impegniamo il gruppo parlamentare di Sinistra Italiana sull’insieme delle questioni all’ordine del giorno in materia di italiani all’estero”. (aise) 

1 risposta »

  1. Ma finora dove eravate? In letargo! Ogni tanto vi svegliate e scrivete qualcosa. “Ma fatemi il piacere”, come diceva Totò e continuate a dormire! Proprio a Zurigo un anno fa era partita una petizione contro IMU, TASI e TARI che voi non avete neanche sottoscritto. Di conseguenza adesso non capisco il vostro intervento. Forse per farvi notare che esistete, ma non interessa a nessuno.

Rispondi