Data odierna 18-11-2017

Ho solo 19 anni ma anch’io vorrei dire la mia sulla questione “No Billag”. Vorrei parlare in particolare ai miei coetanei che come me l’anno scorso sono diventati maggiorenni e hanno acquisito...

Amo la RSI: appello al voto di una giovane ticinese

Ho solo 19 anni ma anch’io vorrei dire la mia sulla questione “No Billag”. Vorrei parlare in particolare ai miei coetanei che come me l’anno scorso sono diventati maggiorenni e hanno acquisito il diritto di voto. 
So che alla nostra età certe cose sono un po’ complicate da capire e, soprattutto, a volte, forse di alcune cose non capiamo l’importanza perché ci sembrano lontane dalla nostra quotidianità. 
In realtà la Rsi per tutti noi è un bene prezioso. Almeno cinque ragazzi che conosco bene hanno deciso di cominciare un apprendistato in quella azienda e molte famiglie a me vicine hanno amici o parenti che ci lavorano da anni. Io stessa sogno di poter fare, tra qualche anno, almeno uno stage in un settore specifico. Non dimentichiamoci che se la Rsi dovesse chiudere tanti nostri coetanei e molti dei loro fratelli minori non avranno la possibilità di imparare il mestiere che hanno scelto e che sognano di fare proprio in Ticino. A me la Rsi piace, mi dà un senso di “casa”, mi sento ben rappresentata, trovo che si dia molto spazio a noi ragazzi e soprattutto alle nostre idee. Amo in particolare “Linea Rossa” e mi diverte SPAM . Adoro anche guardare le serie tv e poterlo fare senza continue interruzioni di pubblicità. Questa azienda fa parte della mia infanzia e mi sono resa conto, facendo un’esperienza lavorativa in una casa di cura, che per i nostri anziani è un’abitudine quasi dolce: mi sono emozionata vedendo pazienti anziani del Malcantone poter seguire l’arrivo in tempo reale di Cassis a Bellinzona. Ma quello degli anziani  è solo un esempio e potrei farne mille altri. Quello che vi chiedo è di pensare a quanto è importante che la nostra Rsi continui ad esistere; insieme possiamo fare molto, ogni singolo voto può fare la differenza, non facciamo l’errore di pensare che tanto qualcun altro voterà per noi. Ci hanno dato la possibilità di fare scelte responsabili e di dire la nostra, facciamolo in maniera forte e il 4.3 2018 votiamo No alla “No Billag”. Se vogliamo possiamo fare la differenza, io lo voglio!

Carolina Gualea

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento