Data odierna 22-11-2017

“La posizione del governo italiano è in linea con quanto chiesto dal Parlamento in questi mesi; la Camera e il Senato, si sono già espresse nel corso degli ultimi mesi a favore di una soluzione pacifica...

Venezuela: sostegno da parte dell’Italia ai connazionali

“La posizione del governo italiano è in linea con quanto chiesto dal Parlamento in questi mesi; la Camera e il Senato, si sono già espresse nel corso degli ultimi mesi a favore di una soluzione pacifica di una crisi che, come ha riferito Alfano, sta degenerando in una vera e propria guerra civile; da parte del governo Maduro, purtroppo, non sono arrivati segnali in questa direzione”. Così Fabio Porta, deputato del Partito Democratico eletto in Sudamerica, ha commentato le dichiarazioni in Senato del Ministro degli Esteri Angelino Alfano.
“La repressione violenta delle manifestazioni di piazza organizzate dall’opposizione e la proposta di una assemblea costituente non eletta a suffragio universale – secondo Porta – confermano l’ostinazione del governo a mantenere un atteggiamento auto-referenziale e poco democratico. La mancata liberazione dei detenuti politici e la negazione della crisi umanitaria, con la conseguente impossibilità di ricevere aiuti internazionali, completano questo quadro fosco e poco promettente”.
In Venezuela, ricorda Porta, “vive una delle più grandi collettività italiane al mondo; bene ha fatto il governo, rispondendo anche in questo caso ad una richiesta del Parlamento, a decidere di rafforzare la rete diplomatico-consolare e a stanziare un milione di euro per l’assistenza ai nostri connazionali”.
Il parlamentare annuncia infine che la prossima settimana sarà in Brasile, con una delegazione di Camera e Senato, “per partecipare ad una conferenza internazionale tra rappresentanti dei Parlamenti europei e latino-americani che affronterà la crisi venezuelana e proverà ad individuare proposte e soluzioni nel campo della politica estera mondiale. L’Italia c’è e sempre più deve assumere una posizione di prima linea sul Venezuela; forse – conclude – siamo noi l’ultima chance per dare una soluzione pacifica e democratica ad una crisi che al momento appare senza vie d’uscita”.

(aise)

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento