Data odierna 24-10-2017

Giovedì prossimo, 21 novembre, a Roma, nella Sede della Cgil, Morena Piccinini, presidente Inca, e Stefania Crogi, segretaria generale Flai Cgil, presenteranno in una conferenza stampa la guida, realizzata...

Tutele e diritti per i lavoratori immigrati: La guida INCA e FLAI CGIL, Nuovo sportello a Tunisi

Giovedì prossimo, 21 novembre, a Roma, nella Sede della Cgil, Morena Piccinini, presidente Inca, e Stefania Crogi, segretaria generale Flai Cgil, presenteranno in una conferenza stampa la guida, realizzata in italiano e francese “Tutela e diritti per i lavoratori immigrati”. La guida verrà distribuita anche presso uno sportello della Flai Cgil, attivo dal 26 novembre, a Tunisi preso la Sede dell’Inca.

La guida e l’apertura dello sportello in Tunisia sono un’altra tappa dell’accordo sottoscritto qualche mese fa da Cgil, Flai Cgil, Cgil Campania e i sindacati tunisini UGTT e FGA-UGTT.

L’accordo è finalizzato a creare condizioni di tutela, sin dal paese di origine, per quei lavoratori e lavoratrici che vengono in Italia per trovare occupazione nel settore agricolo.

Sia attraverso la guida, sia con il supporto di una operatrice a Tunisi, la Flai e Inca intendono informare e formare i lavoratori, creando una rete di tutele e di informazione affinché lavoratori e lavoratrici una volta in Italia non si trovino davanti solo problemi e delusioni, ma anche strumenti di comprensione e integrazione.

Nella guida ci sono informazioni pratiche utili per chi vuole partire ma anche per chi è già in Italia: dalla modalità di ingresso alle tutele contrattuali, all’indennità di disoccupazione agricola, alle norme e tutele in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Oltre allo sportello in Tunisia, in base all’accordo stipulato, sono attivi anche quattro sportelli in Campania, regione nella quale sono tantissimi i lavoratori e le lavoratrici provenienti dalla Tunisia, impiegati nel settore agricolo. (aise)

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento