Data odierna 21-08-2017

Tutti devono pagare il canone per la ricezione di radio e televisione. La Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni del Consiglio degli Stati (CTT-S) si è chiaramente espressa contro la decisione...

Tutti devono pagare il canone radio-tv

Tutti devono pagare il canone per la ricezione di radio e televisione. La Commissione dei trasporti e delle telecomunicazioni del Consiglio degli Stati (CTT-S) si è chiaramente espressa contro la decisione del Consiglio nazionale di prevedere per cinque anni la possibilità di esenzione dal canone per le economie domestiche senza apparecchi di ricezione (opting out).

L’attuale sistema vincola l’obbligo di pagare il canone alla presenza di un apparecchio di ricezione, ma visti i progressi tecnologici oggi è difficile definire cosa può essere considerato un “apparecchio di ricezione”. Per questo il Parlamento aveva chiesto al governo di presentare una modifica.

Nell’ambito dell’esame della Legge federale sulla radiotelevisione, il Consiglio nazionale ha introdotto una possibilità di esenzione per cinque anni per le economie domestiche senza apparecchi di ricezione. La Commissione chiede ora, con 12 voti contro 1, di stralciare questa disposizione e di attenersi al progetto del Consiglio federale. Per la maggioranza infatti una simile opzione non farebbe che riproporre gli inconvenienti attuali e comporterebbe elevati costi di amministrazione e controllo.

Con 9 voti contro 3 la CTT-S ha inoltre respinto una proposta che chiede di stralciare dalla legge il canone per le imprese. Così facendo la maggioranza della Commissione ha seguito la proposta del Consiglio federale e del Nazionale.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento