Data odierna 22-08-2017

Come ogni anno il TCS ha esaminato 100 passaggi pedonali in 10 città svizzere. Il bilancio è lungi dall’essere soddisfacente: 45 passaggi hanno carenze dal profilo della sicurezza. I dati sulla sicurezza...

TCS, troppi passaggi pedonali potenzialmente pericolosi

Come ogni anno il TCS ha esaminato 100 passaggi pedonali in 10 città svizzere. Il bilancio è lungi dall’essere soddisfacente: 45 passaggi hanno carenze dal profilo della sicurezza. I dati sulla sicurezza stradale purtroppo confermano questa realtà: nel 2012, sulle strisce pedonali hanno perso la vita 20 persone.

Osservazione sui 10 passaggi pedonali testati nel Mendrisiotto – Il test ha constatato problemi d’accessibilità nei 10 passaggi pedonali presi in considerazione a Mendrisio e a Chiasso. In particolare, in certi attraversamenti sono stati notati bordi dei marciapiedi non smussati, alcune rampe ripide, la possibilità di transito di veicoli sulle zone d’attesa dei pedoni e barriere d’ostacolo a un corretto accesso al passaggio.

La visibilità è un altro punto sensibile riscontrato: fermate dei bus a ridosso dei passaggi che impediscono la vista dei pedoni da parte degli automobilisti e tinteggiatura stinta da rendere difficile la visione dei passaggi. Per contro, s’è osservata in alcuni casi una buona illuminazione dei passaggi pedonali.

Il test – Il preoccupante numero di pedoni, vittime d’incidenti (feriti leggeri, gravi e morti), è leggermente diminuito da 2’447, nel 2011, a 2’382, nel 2012, mentre il numero dei morti sui passaggi pedonali è costante da vari anni: 21 nel 2007, 29 nel 2008, 25 nel 2009, 20 nel 2010, 28 nel 2011 e 20 nel 2012. Questi dati hanno indotto il TCS, maggior club della mobilità in Svizzera, a svolgere regolarmente controlli per porre le autorità di fronte alle loro responsabilità. I risultati del test 2013 sono ancora una volta deludenti, infatti, confermano le cifre del 2011 e 2012.

Il test 2013 ha preso in considerazione 10 passaggi pedonali in ognuna delle seguenti città: Aarau, Berna, la Chaux-de-Fonds, Herisau, Mendrisiotto (zona urbana), Sciaffusa, Sierre, Vernier, Yverdon e Zugo.

Quasi la metà insufficiente – Nel 2013 si sono registrati dati paragonabili al 2012. Sono stati giudicati potenzialmente pericolosi 45 passaggi pedonali, contro i 44 dell’anno precedente. Nessun passaggio pedonale è stato valutato “nettamente insufficiente”, ma circa la metà è ritenuta “insufficiente”. Nella maggior parte dei casi, a far difetto è la visibilità diurna e notturna. Nel bilancio finale, solo un passaggio pedonale è stato valutato “molto buono”.

Il miglior passaggio pedonale del test è sito a Sierre, in via Sempione; s’è distinto in particolare per la buona struttura e l’eccellente visibilità di notte. Ciononostante, la città vallesana registra anche vari passaggi valutati “insufficiente”.

Il passaggio pedonale con il peggior punteggio è a Vernier, all’intersezione tra la via Village e la strada della Greube: la visibilità è pessima, sia di giorno sia di notte, e l’accessibilità molto limitata. La cittadina ginevrina annovera, non solo passaggi lacunosi, ma anche 4 passaggi pedonali classificati “buono”.

Complessivamente, 45 passaggi pedonali sono stati giudicati “insufficienti”, 33 “sufficienti”, 21 “buono” e 1 “molto buono”. (Tio)

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento