Data odierna 19-08-2017

In data odierna Svizzera e Australia hanno firmato a Sidney una nuova convenzione per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito (CDI). Essa sostituisce la convenzione in vigore dal...

Svizzera e Australia firmano una nuova convenzione per evitare le doppie imposizioni

In data odierna Svizzera e Australia hanno firmato a Sidney una nuova convenzione per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito (CDI). Essa sostituisce la convenzione in vigore dal 1981 e contiene disposizioni concernenti lo scambio di informazioni secondo il vigente standard internazionale. La nuova CDI contribuisce all’ulteriore buono sviluppo delle relazioni economiche bilaterali tra la Svizzera e l’Australia, Paese membro del G20.

Oltre alla clausola di assistenza amministrativa secondo lo standard OCSE, la Svizzera e l’Australia hanno segnatamente convenuto che entrambi gli Stati possono riscuotere un’imposta alla fonte massima del 5 per cento (sinora il 15%) sull’ammontare lordo dei dividendi da partecipazioni determinanti; a determinate condizioni all’interno di un gruppo quotato in borsa i dividendi sono integralmente esentati dall’imposta alla fonte. Non vengono inoltre riscosse imposte alla fonte su dividenti e interessi versati a istituti di previdenza. Anche gli interessi a istituti finanziari sono parimenti esentati dall’imposta alla fonte. Per quanto concerne i canoni l’aliquota dell’imposta alla fonte scende dal 10 al 5 per cento. Le indennità a titolo di leasing non sono più considerate canoni e quindi risultano ora esenti dall’imposta alla fonte. Infine nella nuova convenzione è stata introdotta una clausola arbitrale.

Al termine dei negoziati, i Cantoni e le associazioni economiche interessate hanno ricevuto per parere il rapporto sulla nuova CDI con l’Australia. Essi sono favorevoli alla conclusione della Convenzione. Per entrare in vigore, la Convenzione necessita ancora dell’approvazione dei Parlamenti di entrambi i Paesi. In Svizzera sottostà a referendum facoltativo.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento