Data odierna 23-08-2017

Il 78% delle persone che vivono vicino a un parco eolico in Svizzera è favorevole all’energia ricavata dal vento. Lo rivela un sondaggio d’opinione condotto dai ricercatori dell’Università...

L’impatto dell’eolico sulla popolazione? Debole

Il 78% delle persone che vivono vicino a un parco eolico in Svizzera è favorevole all’energia ricavata dal vento. Lo rivela un sondaggio d’opinione condotto dai ricercatori dell’Università tedesca “Martin Lutero” di Halle-Wittenberg, in collaborazione con l’Università di San Gallo.

Una percentuale quasi uguale (76%) giudica l’impatto dell’energia eolica sul proprio benessere debole o nullo. Solo il 6% degli intervistati, invece, dichiara di sentirsi profondamente disturbato. I risultati del sondaggio sono stati presentati oggi nel quadro di una conferenza stampa organizzata dall’Ufficio federale dell’energia.

Chi lamenta disagi dalla presenza dei parchi eolici (in Svizzera attualmente ce ne sono 33) sarà anche più motivato nell’osteggiarli, hanno osservato gli studiosi. Per contro, maggiore è il coinvolgimento delle persone che abitano vicino ai parchi eolici nella fase di pianificazione, minore risulta l’opposizione al progetto.

L’atteggiamento positivo nei confronti dell’eolico traspare anche dal fatto che secondo gli intervistati, nel complesso, i vantaggi prevalgono sugli inconvenienti. I quattro principali vantaggi citati dalle persone intervistate sono: la modernità della tecnica, il rafforzamento della protezione dell’ambiente, la maggiore indipendenza energetica dall’estero e il sostegno all’abbandono del nucleare. Per quanto concerne gli aspetti negativi sono stati menzionati i pericoli per gli uccelli e i pipistrelli nonché il deturpamento del paesaggio.

In Ticino – Da anni si parla di creare un parco eolico sul passo del San Gottardo, a 2130 m sopra il livello del mare. Il San Gottardo è uno dei pochi siti individuati in Ticino: i vantaggi sono l’ottima ventosità, gli accessi stradali confacenti la rete elettrica presente, già adeguata alle necessità del progetto.

Sarebbero previsti 5 aerogeneratori da circa 3.4 MW, per una potenza installata complessiva attorno ai 17 MW. La produzione annua stimata dall’Azienda elettrica ticinese dovrebbe essere di circa 37 GWh, corrispondenti alla copertura del fabbisogno di 37’000 abitanti.

Il progetto sembra essere ripartito mesi fa: Airolo ha presentato una nuova versione della pianificazione territoriale, dopo che la precedente era stata stoppata dal Tribunale amministrativo cantonale.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento