Data odierna 22-09-2017

Per la prima volta deputata e per la prima volta al Cgie. L’italobrasiliana Renata Bueno dell’Usei è tornata arrivata questa mattina alla Farnesina ad allargare le fila dei parlamentari –...

Speciale CGIE, aspettando il ministro Bonino: Il saluto alla plenaria di Renata Bueno

Per la prima volta deputata e per la prima volta al Cgie. L’italobrasiliana Renata Bueno dell’Usei è tornata arrivata questa mattina alla Farnesina ad allargare le fila dei parlamentari – eletti all’estero e non solo -, che da ieri si sono affacciati nella Sala Conferenze Internazionali per partecipare ai lavori dell’assemblea plenaria del Cgie.

Viene da Curitiba ed ha alle spalle un passato di militanza politica nel Partito Popolare Socialista, al seguito del padre Rubens. Poi, eletta al parlamento italiano, è entrata nel gruppo misto, componente Maie. E qui ha ottenuto un primo risultato. Ci ha tenuto ad annunciarlo lei stessa oggi ai consiglieri del Cgie: la prima Commissione Affari Costituzionali della Camera ha infatti inserito la sua proposta di legge per il riacquisto della cittadinanza delle donne italiane che l’hanno persa e dei loro discendenti tra le proposte da esaminare all’interno della più ampia riforma della legge di cittadinanza.

Bueno è battagliera ed ha intenzione di proseguire la sua attività parlamentare con “un nuovo piano di lavoro” che punti sui giovani, perché, come dimostrano le proteste scatenatesi nei giorni scorsi proprio in Brasile, “il mondo cambia e cambia soprattutto nelle mani dei giovani”. Che sia di buon auspicio – Renata Bueno ha solo 33 anni -. Intanto la deputata ha assicurato al Cgie la propria “disponibilità a lavorare insieme”. (r.a.\aise)

Oppure condividila!

Notizie simili

Lascia un commento

Invia il commento