Data odierna 17-08-2018

Il perdurante stallo al Comites di Barcellona – ancora senza presidente – priva la comunità di un importante organismo di rappresentanza. A sostenerlo è Pietro Mariani, presidente del Comites di...

Trovare una soluzione per il ComItEs Barcellona

Il perdurante stallo al Comites di Barcellona – ancora senza presidente – priva la comunità di un importante organismo di rappresentanza. A sostenerlo è Pietro Mariani, presidente del Comites di Madrid, che ha inviato una lettera al neo eletto consigliere del Cgie per la Spagna, Giuseppe Stabile, affinchè intervenga per collaborare a trovare una soluzione.
“Come noto – scrive Mariani – il Comites di Barcellona, composto da due liste (Azzurra e Italia), con 6 consiglieri eletti ciascuna, non è riuscito a eleggere nelle assemblee plenarie fin qui convocate, il proprio Presidente ne il Comitato Esecutivo, per cui se non si rimedia in una prossima plenaria, potrebbe essere commissariato. Inoltre sembra improbabile una convocazione di nuove elezioni per mancanza di fondi ministeriali. La situazione venutasi a creare potrebbe lasciare la comunità italiana della Circoscrizione Consolare di Barcellona priva di rappresentanza democratica”.
Per scongiurare questa “triste eventualità”, Mariani ha scritto a Stabile: “mi chiedevo se un tuo intervento di mediazione potesse aiutare i colleghi Consiglieri delle due liste di Barcellona a eleggere il Presidente e il Comitato Esecutivo. Io credo – scrive Mariani nella lettera – che il paventato commissariamento del Comites di Barcellona e la molto probabile non riconvocazione di nuove elezioni per mancanza di fondi presso il MAECI, potrebbero generare una situazione di indifensione dei connazionali in quella Circoscrizione Consolare privando gli stessi inoltre di rappresentanza per le eventuali istanze, per i prossimi 5 anni, che tu come Consigliere CGIE avrai il compito di elevare e difendere presso il CGIE e laddove opportuno dall’alto della tua prestigiosa carica”.
“Cosa ne pensi? Fammi sapere e se fosse necessario ti confermo il mio sostegno anche personale laddove ve ne fosse bisogno in un eventuale incontro a Barcellona con gli interessati”, aggiunge Mariani ribadendo la sua “disponibilità personale per la ricerca di una soluzione politica, democratica ed equilibrata, che sblocchi la situazione, con l’unico obiettivo di favorire i connazionali residenti in quella Circoscrizione Consolare, perché tutti abbiano diritto a una rappresentanza finalmente operativa e democratica. Ritengo infatti che non prodigarsi per questo in favore degli amici del Comites di Barcellona, sarebbe un atto molto difficile da comprendere e da accettare da parte di tutti i connazionali residenti in Spagna in generale, e della comunità Italiana residente nella circoscrizione consolare di Barcellona in particolare”. (aise) 

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento