Data odierna 24-04-2017

Esiste una mappatura aggiornata di tutti gli immobili di proprietà dello Stato italiano? Qual è il loro valore? Quanto costano in manutenzione e qual è l’ammontare speso all’estero per gli...

Sedi consolari ed affitti: Negro (lega) interroga Frattini

Esiste una mappatura aggiornata di tutti gli immobili di proprietà dello Stato italiano? Qual è il loro valore? Quanto costano in manutenzione e qual è l’ammontare speso all’estero per gli affitti degli immobili ad uso della rete diplomatico consolare? Queste le domande che l’onorevole Giovanna Negro (Lega Nord) pone al Ministro degli esteri Frattini in una interrogazione presentata ieri.

Nella premessa, la deputata ricorda che “è in corso da alcuni anni una ristrutturazione organica della rete diplomatico consolare italiana tesa a razionalizzare i servizi e le strutture, per offrire un servizio più adeguato alle nuove esigenze degli italiani all’estero e per impiegare in maniera più efficiente le risorse finanziarie disponibili; la ristrutturazione, oltre alla chiusura di alcune sedi e all’apertura di nuove, prevede anche una mappatura degli immobili disponibili, a titolo di proprietà, di affitto, di comodato o altro, per valutare l’eventualità di procedere a scelte meno onerose o più efficienti”.

“A ciò – prosegue negro – si aggiunge la recente soppressione dell’Istituto per il commercio estero con conseguente accorpamento del personale e delle funzioni in seno alle rappresentanze diplomatico-consolari e la dismissione o riallocazione delle sedi; il nostro Paese possiede una serie di immobili situati all’estero che spesso hanno un importante valore storico-artistico e per tale motivo sono sottoposti a vincoli architettonici e richiedono una manutenzione mirata”.

La parlamentare chiede quindi di sapere “se esista una mappatura aggiornata di tutti gli immobili di proprietà, a qualunque titolo, dello Stato italiano, quale possa essere il loro valore di mercato e quanto costi annualmente la loro manutenzione” e “quanto sia l’ammontare speso all’estero in affitti per immobili ad uso della rete diplomatico consolare”

Oppure condividila!

Notizie simili

Lascia un commento

Invia il commento