Data odierna 24-06-2017

“Il sindacato svizzero Unia ci ha inviato un documento da cui risulta che la Confederazione Elvetica non ha ancora adottato le nuove disposizioni comunitarie in materia di sicurezza sociale, derivanti...

Guarda le immagini POZZETTI (CGIL-CGIE): LA SVIZZERA NON HA ANCORA ADOTTATO LE DISPOSIZIONI UE IN MATERIA DI SICUREZZA SOCIALE – LE ISTITUZIONI ITALIANE INTERVENGANO

“Il sindacato svizzero Unia ci ha inviato un documento da cui risulta che la Confederazione Elvetica non ha ancora adottato le nuove disposizioni comunitarie in materia di sicurezza sociale, derivanti dagli Accordi bilaterali sulla libera circolazione delle persone tra la Svizzera medesima e l’Unione Europea”. Cosí Claudio Pozzetti, responsabile Cgil per i frontalieri e consiglieri del Cgie, che si fa portavoce di un appello alle competenti istituzioni italiane affinché “si attivino nei confronti del Parlamento svizzero, affinché tali disposizioni siano adottate al più presto, in particolare per quanto riguarda le misure a favore dei lavoratori frontalieri italiani in Svizzera rimasti disoccupati: auspichiamo soprattutto l’intervento dei parlamentari italiani eletti nella circoscrizione Estero e di quelli eletti nei collegi delle province di Como, Sondrio, Varese e Verbano- Cusio – Ossola”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento