Data odierna 24-09-2018

In vista della riflessione sulla “forma partito” che si aprirà nei prossimi mesi nel PD nazionale grazie al gruppo di lavoro promosso dal presidente Orfini e che vede, tra gli altri, la partecipazione...

PD Parigi: Partecipiamo anche all’estero alla riflessione sulla Forma Partito

In vista della riflessione sulla “forma partito” che si aprirà nei prossimi mesi nel PD nazionale grazie al gruppo di lavoro promosso dal presidente Orfini e che vede, tra gli altri, la partecipazione di Fabrizio Barca, il Circolo Pd di Parigi auspica che “la partecipazione al dibattito sugli strumenti con i quali fare politica nel PD sia esteso a tutti i livelli nel nostro partito, rendendo attivi Circoli e Federazioni. Alla luce di quanto accaduto recentemente a Roma, queste riflessioni diventano non solo necessarie per la vita di partito, ma davvero urgenti se vogliamo continuare ad essere una forza politica rappresentativa e credibile”.

Il Circolo PD di Parigi, quindi, si impegna “ad elaborare idee ed avanzare proposte per capire come rinnovare il funzionamento del nostro partito: a partire da gennaio, lavoreremo per arrivare ad un documento che sarà il contributo del nostro Circolo al dibattito, e metteremo in pratica al nostro interno quelle idee applicabili già a livello di Circolo”.
“È un’occasione importante – sottolinea il Pd parigino – per ripensare non solo gli aspetti legati al PD nazionale (quale ruolo per gli iscritti? quali regole per congressi e primarie? come legare linea politica nazionale e richieste di iscritti ed elettori?) ma anche, nel nostro caso, affrontare le questioni legate alla specificità di essere un Circolo del PD all’estero, che deve rispondere alle esigenze della comunità italiana e darle rappresentanza, sia a livello di partito sia in ambito istituzionale”.
“Ci auguriamo – concludono da Parigi – che questo percorso venga condiviso con le altre realtà della circoscrizione estero, a partire dai Circoli europei, dalle federazioni di Paese, dai coordinamenti e dall’Assemblea estero, affinché si arrivi insieme ad una proposta comune per rilanciare la nostra azione politica con strumenti innovativi sul territorio, per una realtà che sia in Italia, sia nelle comunità all’estero, è in profondo cambiamento e ci mette davanti a nuove sfide”. (aise)

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento