Data odierna 16-01-2018

“Sono ormai cinque anni da quel terribile giorno in cui ho ricevuto una telefonata dalla scuola dei miei figli che riferiva di una sparatoria in corso nelle scuole di Newtown e Sandy Hook, Connecticut...

Nissoli (FI) – Ricordare la strage di Newtown significa impegnarsi di più per un controllo più severo sulla vendita delle armi da fuoco

“Sono ormai cinque anni da quel terribile giorno in cui ho ricevuto una telefonata dalla scuola dei miei figli che riferiva di una sparatoria in corso nelle scuole di Newtown e Sandy Hook, Connecticut (USA). Sì, proprio una di quelle scuole dove c’erano anche i miei figli!”

Questo il ricordo dell’on. Nissoli a cinque anni dalla strage in cui furono uccisi 20 bimbi di una scuola elementare e sei adulti.

“I miei figli, quel giorno, tornarono a casa – continua l’on. Nissoli – un ritorno bellissimo ma amaro, perché il mio pensiero andava costantemente a quei bambini che non sarebbero più tornati a casa. Oggi, a distanza di cinque anni, la memoria di quel dolore rimane, sono sempre vicina ai genitori di quegli angioletti, ma è forte in me la speranza che in America ci possa essere sempre maggiore attenzione e controllo sulla vendita delle armi e soprattutto mi auguro che ci si impegni di più, sul piano politico e sociale, a curare le persone psicologicamente instabili e che possono arrecare danno al prossimo”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento