Data odierna 26-04-2017

L’UNICEF Italia ha annunciato ieri che l’Ospedale Castelli Verbania ha raggiunto gli standard validi per il riconoscimento internazionale promosso da UNICEF e OMS “Ospedale Amico dei Bambini”. “L’iniziativa...

L’UNICEF Italia ha annunciato ieri che l’Ospedale Castelli Verbania ha raggiunto gli standard validi per il riconoscimento internazionale promosso da UNICEF e OMS “Ospedale Amico dei Bambini”.
“L’iniziativa “Ospedale Amico dei Bambini” – ricorda il Presidente Vincenzo Spadafora – è stata lanciata nel 1992 al fine di assicurare che tutti gli ospedali accolgano nel migliore modo possibile i neonati diventando centri di promozione e sostegno per l’allattamento al seno. Dal lancio dell’iniziativa a oggi più di 20.000 ospedali in oltre 150 paesi in via di sviluppo ed industrializzati hanno ottenuto il riconoscimento di “Ospedale Amico dei Bambini”. Nei paesi dove gli ospedali sono stati riconosciuti è aumentato il numero di donne che allattano al seno ed è migliorato lo stato di salute dell’infanzia”.
Per diventare “Ospedale Amico dei Bambini”, un ospedale deve applicare le dieci norme specifiche UNICEF/OMS in favore dell’allattamento al seno, che prevedono, fra l’altro, di: non accettare campioni gratuiti o a buon mercato di surrogati al latte materno, non usare biberon o tettarelle, promuovere la formazione di tutto il personale, il rooming-in (sistemazione del bambino nella stessa stanza della madre 24 ore su 24) e una informazione corretta alle madri per incoraggiarle ad allattare esclusivamente al seno almeno per i primi sei mesi di vita del neonato.
L’Ospedale Castelli Verbania è una struttura dell’ASL VCO Verbania-Cusio-Ossola che, diretta dal dr. Enzo Robotti, si è impegnata da tempo per il raggiungimento di questo obiettivo, e fa parte delle 18 aziende sanitarie in Italia che sperimentano gli standard della Baby Friendly Community Initiative, integrando le attività di eccellenza nel punto nascita con quelle nel territorio e costruendo un solido terreno culturale a favore dell’allattamento materno e sottoponendosi ad una accurata valutazione effettuata da una équipe di esperti del Comitato Tecnico di Valutazione dell’UNICEF Italia, con verifiche approfondite anche attraverso interviste alle madri ed al personale, che hanno evidenziato la piena rispondenza alle norme previste dall’iniziativa internazionale.
“Questo progetto – conclude Spadafora – vede coinvolte in numero sempre crescente strutture ospedaliere in tutta Italia, espressione dell’interesse da parte del mondo medico e della salute per il diritto al benessere psico-fisico dei bambini italiani e degli altri paesi del mondo”.
Questo nuovo ospedale (il primo nel Piemonte) si aggiunge agli altri 21 ospedali italiani già riconosciuti.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento