Data odierna 20-07-2018

L’On. Francesca La Marca lunedì 25 giugno ha incontrato l’Ambasciatrice del Canada in Italia, S.E. Alexandra Bugailiskis, e con lei ha toccato alcune delle questioni più rilevanti tra...

La Marca (Pd) – Affrontate questioni di maggior interesse per le nostre comunità con l’Ambasciatrice canadese Bugailiskis
L’On. Francesca La Marca lunedì 25 giugno ha incontrato l’Ambasciatrice del Canada in Italia, S.E. Alexandra Bugailiskis, e con lei ha toccato alcune delle questioni più rilevanti tra i due Paesi e di diretto interesse per le nostre comunità.
Sull’accordo di libero scambio CETA tra Europa e Canada, di interesse strategico, l’Ambasciatrice Alexandra Bugailiskis ha confermato, sulla base dei primi dati, l’idea di una ricaduta positiva per l’Italia, ritenendo altresì non giustificati gli allarmi sull’importazione di alcune derrate, come carni e grano, soggette comunque ai controlli sanitari europei.
L’On. La Marca ha poi sollecitato una maggiore apertura sulla delicata questione dei visti di ingresso in Canada per gli italiani, sia dei Working Holiday Visa che dei permessi di ingresso per lavoro, più restrittivi rispetto a quelli riconosciuti ad altre nazionalità. L’Ambasciatrice riguardo alla prima categoria ha sottolineato il passaggio a 1200 visti di vacanze lavoro, con la possibilità di estendere ulteriormente tale limite, e riguardo alla seconda ha promesso un approfondimento della questione con l’intento di uno sviluppo positivo.
La parlamentare italiana ha sottolineato che uno dei punti critici da superare sia la valutazione premiale della lingua inglese che penalizza gli italiani nel confronto con nazionalità che la portano come dotazione di origine.
La Marca, infine, è tornata con insistenza sull’accordo per il reciproco riconoscimento delle patenti di guida, come aveva fatto qualche giorno prima con la Delegazione del Québec, richiedendo un’accelerazione dei tempi per giungere alla fase operativa.

L’Ambasciatrice ha convenuto con la parlamentare che la stipula del protocollo di accordo con il governo del Québec potrebbe fare effettivamente da traino anche per altre importanti Province canadesi, nelle quali è più densa la presenza degli italiani.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento