Data odierna 23-09-2018

Sull’abitazione principale dei pensionati italiani all’estero in Italia non si pagherà più l’IMU, poiché verrà considerata prima casa, mentre Tari e Tasi si pagheranno ridotte di due terzi,...

IMU – Fatti e non demagogia (Pd)

Sull’abitazione principale dei pensionati italiani all’estero in Italia non si pagherà più l’IMU, poiché verrà considerata prima casa, mentre Tari e Tasi si pagheranno ridotte di due terzi, purché sfitte. È quanto è stato ottenuto con un emendamento al decreto legge sulla casa presentato dai relatori del Partito Democratico, Stefano Esposito e Franco Mirabelli.

Un risultato importante per l’Ufficio Italiani nel Mondo del Pd, che in una nota sottolinea come esso sia “per il Partito Democratico e per il Governo solo un altro passo avanti nelle politiche verso gli italiani nel mondo rispetto agli impegni programmatici presi in campagna elettorale e la dimostrazione della volontà di lavorare con serietà verso le comunità italiane all’estero senza demagogia, populismo e retorica, anche in condizioni di enormi difficoltà di bilancio”.
“Altra cosa – continua la nota del Pd Mondo – è l’atteggiamento delle forze populiste come il Movimento 5 stelle e Forza Italia che in campagna elettorale facevano dell’IMU una propria bandiera e oggi hanno votato contro. Peccato – conclude la nota – anche per l’atteggiamento del MAIE, che proprio qualche settimana fa ha annunciato di essere uscita dalla maggioranza poiché, a loro dire, il Governo non sarebbe attento agli italiani all’estero. Anche il risultato di oggi smentisce la politica e la propaganda del MAIE

Oppure condividila!

Notizie simili

Lascia un commento

Invia il commento