Data odierna 24-04-2017

“Giá in passato la città di Wolfsburg stanziava risorse a favore del locale Istituto Italiano di Cultura, consapevole del prezioso ruolo che l’Istituto svolge nei processi di integrazione e di amicizia...

Guarda le immagini Garavini – Wofsburg finanzierebbe l’Istituto italiano di Cultura

Garavini – Wofsburg finanzierebbe l’Istituto italiano di Cultura

“Giá in passato la città di Wolfsburg stanziava risorse a favore del locale Istituto Italiano di Cultura, consapevole del prezioso ruolo che l’Istituto svolge nei processi di integrazione e di amicizia tra la numerosa comunità italiana e la cittadinanza tedesca. Adesso che il Mae ha previsto la definitiva chiusura dell’IIC di Wolfsburg, la cittá ha deliberato un ulteriore incremento del contributo”. È quanto sottolinea Laura Garavini, deputata Pd eletta in Europa e residente in Germania, a commento dell’interrogazione presentata la scorsa settimana al Ministro degli Esteri Mogherini. “credo opportuno – annota Garavini – che il Ministero degli Esteri riconosca il valore dell’iniziativa messa in atto dalle autorità tedesche, volta a mantenere la presenza culturale italiana a Wolfsburg. Bisogna individuare soluzioni che garantiscano agli abitanti della cittadina sia l’offerta di corsi di lingua e di cultura che la realizzazione di eventi culturali italiani nella stessa Wolfsburg”.
“Privare Wolfsburg di un centro di promozione della nostra lingua e cultura”, conclude la deputata, “significa abbandonare una posizione strategica, capace di mantenere saldo il legame fra centinaia di italiani nati all’estero, le loro famiglie e il nostro Paese. Ma significa anche azzerare un importante presidio di italianità in uno dei centri economici e produttivi più importanti della Germania, cosa che l’Italia non può permettersi”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento