Data odierna 21-08-2017

Alla vigilia dell’Intercomites di Francia, i deputati Pd eletti all’estero Garavini, Bucchino, Porta, Fedi e Farina hanno presentato un’interrogazione al Ministro Frattini per denunciare...

Fondi ai COMITES: finanziati entro i termini tutti quelli in regola, Mantica risponde ai deputati Pd

Alla vigilia dell’Intercomites di Francia, i deputati Pd eletti all’estero Garavini, Bucchino, Porta, Fedi e Farina hanno presentato un’interrogazione al Ministro Frattini per denunciare le difficoltà operative dei Comites conseguenti la “mancata erogazione dei contributi” che la Farnesina “avrebbe dovuto erogare entro il primo quadrimestre dell’anno”.

A rispondere all’interrogazione è stato il sottosegretario agli esteri Alfredo Mantica che ha confutato la premessa dell’interrogazione sostenendo che “per quanto concerne il capitolo 3103 ((Contributi in denaro ai comitati italiani all’estero – Comites), tutte le richieste di finanziamento pervenute, corredate dalla prescritta documentazione contabile, sono state evase entro i termini di legge (“entro il primo quadrimestre dell’anno”). In particolare, – puntualizza Mantica – al 23 maggio 2011 risulta finanziato circa il 57% dei Comites (n. 70 su 123); il 6% circa dei comitati (n. 7) ha ricevuto un anticipo su propria espressa richiesta; per i restante 37% (n. 53) non è stato possibile disporre il finanziamento, in quanto i bilanci consuntivi prodotti sono risultati incompleti ovvero non è pervenuta alcuna documentazione contabile”.

Quanto al capitolo 3106 (Contributo per le riunioni annuali dei comitati dei presidenti dei Comites), Mantica ha confermato che “tutte le richieste di finanziamento corredate dalla prevista documentazione contabile sono state evase entro i termini di legge”.

Il sottosegretario non ha mancato di ricordare che “la difficile congiuntura economica, combinata alle esigenze di risanamento dei conti pubblici, hanno reso necessaria l’adozione nel marzo 2011 della legge n. 22 del 2010 che, all’articolo 1, comma 13, ha disposto un accantonamento del 10,29 per cento delle risorse disponibili sui capitoli 3103 e 3106″.

Dunque, ha aggiunto, “per attenuare gli effetti sul funzionamento dei Comites della riduzione dei fondi disponibili, nel rideterminare l’assegnazione dei finanziamenti sono state erogate le risorse (5% del capitolo) originariamente destinate a riserva per le situazioni di emergenza. Qualora, nel corso dell’anno, i fondi accantonati dal Ministro dell’economia e delle finanze si rendessero, in tutto o in parte, nuovamente disponibili, essi saranno erogati sino alla concorrenza del finanziamento inizialmente stabilito a favore di ciascun Comites, dopo l’esame dei bilanci consuntivi 2010 da parte di questa amministrazione”. 

Oppure condividila!

Notizie simili

Lascia un commento

Invia il commento