Data odierna 26-04-2017

“Ciò che è successo ieri durante la prima giornata di assemblea plenaria del Consiglio Generale degli Italiani all’estero è qualcosa di vergognoso.” Descrive così l’incidente occorso...

“Ciò che è successo ieri durante la prima giornata di assemblea plenaria del Consiglio Generale degli Italiani all’estero è qualcosa di vergognoso.” Descrive così l’incidente occorso ieri nel corso dei lavori della plenaria Cgie, Massimo Romagnoli (PDL) che definisce “a dir poco scandaloso l’atteggiamento dell’esponente del Partito Democratico, Luciano Neri, il quale si è permesso di urlare un astioso ‘Facci lavorare!’ nei confronti del Sen. Firrarello, mentre questi stava svolgendo il suo intervento.”

“Non contento di questo,” rileva, poi, Romagnoli “Neri nel pomeriggio ha continuato a fare affermazioni molto ‘gravi ed inopportune’, come le descrive L’Italiano di Gian Luigi Ferretti (Consigliere Cgie presente in assemblea e quindi testimone dei fatti) nei confronti del Senatore, che in quel momento non era presente in Aula.”

“Capiamo molto bene, quindi,” sottolinea il presidente del MDL “il motivo per cui il Sottosegretario agli Esteri con delega agli Italiani nel Mondo, Alfredo Mantica, si è subito alzato tavolo della presidenza per andarsene, anche se poi prima di lasciare l’aula non è riuscito a contenere la sua rabbia e la sua indignazione, e così è immediatamente tornato indietro per rispondere alle provocazioni del Neri. Uno scontro accesissimo, da parte di Neri un atteggiamento squallido e vile.

“E così” constata con amarezza Romagnoli “siamo alle solite: non solo il Cgie si dimostra ancora una volta essere un organo completamente nelle mani della sinistra, una sinistra sempre più incarognita e irrispettosa del governo e delle istituzioni, ma per giunta una sinistra maleducata e cafona, che non lascia parlare gli altri, che non ammette e non tollera il confronto. Da parte mia personale,” conclude quindi il presidente del MDL “ come consigliere Cgie e d

Oppure condividila!

Notizie simili

Lascia un commento

Invia il commento