Data odierna 20-02-2018

“Il nuovo progetto politico Civica Popolare, guidato dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin, punta a valorizzare i tanti italiani che si sono trasferiti fuori dai nostri confini che non vanno dimenticati...

Elezioni politiche 2018 – Angelo Di Pietro, circoscrizione AAOA, candidato alla Camera dei Deputati con Civica Popolare

Il nuovo progetto politico Civica Popolare, guidato dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin, punta a valorizzare i tanti italiani che si sono trasferiti fuori dai nostri confini che non vanno dimenticati perché costituiscono un’importante risorsa in termini di conoscenza e capacità.”

Lo afferma Angelo Di Pietro, candidato alla Camera dei Deputati nella circoscrizione Africa, Asia, Oceania e Antartide per la lista Civica Popolare.

Angelo Di Pietro, trentadue anni, ingegnere gestionale originario della provincia di Avellino, risulta essere il più giovane candidato della circoscrizione estero AAOA, elemento che ha sottolineato la stessa ministra Lorenzin, infatti le liste dei candidati sono state concepite per favorire la partecipazione di giovani professionisti.

Angelo Di Pietro, dirigente dell’Italia dei Valori e già candidato nel 2014 al Parlamento Europeo, ribadisce che “L’azione di Civica Popolare si basa sulla concretezza delle idee e non cade nei facili populismi di questa campagna elettorale con promesse irrealizzabili.”

E sul programma per gli Italiani all’Estero pone l’accento sull’importanza di ridurre la burocrazia con gli Enti italiani avvalendosi della tecnologia.

L’uso della firma elettronica digitale, rilasciata ad ogni cittadino italiano, potrà permettere di firmare digitalmente i documenti senza la necessità di presentarsi negli uffici, accelerando la lavorazione delle pratiche di richieste di pensione, di certificati e tutti gli atti amministrativi.

Inoltre, gli Italiani all’Estero devono rappresentare un ponte per favorire la ripresa economica dell’Italia, infatti custodiscono un patrimonio di conoscenze e capacità che vanno convogliate in progetti di scambi culturali tra i giovani italiani che vogliono perfezionare le loro competenze con esperienze in quei Paesi che sono all’avanguardia in particolari settori della scienza e dell’industria.”

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento