Data odierna 25-06-2017

Nell’ambito della Settimana interetnica e interculturale che si è svolta a Budrio, una bella cittadina a pochi chilometri da Bologna, dal titolo “Un ponte per il dialogo”, l’Istituto Fernando...

“Diversi colori, un unico destino”: a Budrio una mostra dell’istituto Fernando Santi su emigrazione e immigrazione

Nell’ambito della Settimana interetnica e interculturale che si è svolta a Budrio, una bella cittadina a pochi chilometri da Bologna, dal titolo “Un ponte per il dialogo”, l’Istituto Fernando Santi dell’Emilia Romagna, in collaborazione con la locale associazione culturale “Senza Confini”, ha presentato un’apprezzata mostra fotografica sulle vicende migratorie, finalizzata alla migliore integrazione delle comunità straniere sul territorio.

L’esposizione delle immagini, patrocinata dalla Consulta delle Associazioni del territorio e dal Comune di Budrio, si è svolta presso la locale Bocciofila, al termine di una settimana multietnica conclusasi proprio con un pranzo e con l’inaugurazione della mostra, alla presenza di circa 200 persone.

Il titolo della mostra “Diversi colori, un unico destino – Al mio paese nessuno è straniero” mira a rendere esplicito il fatto che emigrazione e immigrazione sono due facce della stessa medaglia. Infatti le fotografie esposte ritraggono momenti della vicenda migratoria degli emiliano-romagnoli all’estero e degli stranieri in regione, in un ricercato confronto di episodi e di situazioni di vita comuni ad entrambi: il viaggio, il lavoro, la famiglia, l’impegno sociale e il tempo libero.

Ha illustrato le immagini Renzo Bonoli, ideatore e curatore della mostra, che si è intrattenuto con le numerose comunità straniere presenti, ringraziandole per la loro attiva presenza (in particolare produzione gastronomica tipica dei paesi di provenienza) e per la disponibilità che hanno dimostrato nel processo di integrazione che sta qualificando la città come una delle più organizzate e impegnate nella valorizzazione della presenza straniera sul territorio.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento