Data odierna 18-08-2017

“Apprezziamo intanto che si tratti di una bozza di discussione coraggiosa con l’intento di cambiare un sistema, che noi diciamo da anni che non funziona e che la riforma Fornero ha cambiato addirittura...

Costalli: Luci ed ombre della proposta Renzi sul lavoro

“Apprezziamo intanto che si tratti di una bozza di discussione coraggiosa con l’intento di cambiare un sistema, che noi diciamo da anni che non funziona e che la riforma Fornero ha cambiato addirittura in peggio”: così il presidente del MCL, Carlo Costalli, ha commentato il Jobs Act pubblicato dal segretario del Partito democratico, Matteo Renzi.

“Complessivamente un giudizio positivo, non ci sono né eccessi di demolizioni di tutele né passi indietro rispetto ad enunciazioni precedenti”, ha aggiunto Costalli, per il quale altra nota positiva è “la consapevolezza che non sono le regole che creano i posti di lavoro ma la ripresa della produzione; bene pure la possibilità per i lavoratori di sedere nel Cda delle grandi aziende”.

“Non c’è il contratto unico, come paventato, e che ci avrebbe visto contrari, anche se la riduzione delle forme contrattuali ci sembra opportuna”, ha rilevato ancora il presidente del MCL.

“Cosa ci vede perplessi? Non c’è”, spiega Costalli, “un chiaro programma di riduzioni fiscali, si parla genericamente di risorse ricavate dalla spending review: proposta ingenua se non addirittura superficiale. Cosa non va? La legge sulla rappresentanza!”, ha concluso.

Insomma, per il presidente Costalli si tratta di un documento che ha in sé luci ed ombre e che costituirà comunque oggetto di discussione al prossimo Consiglio nazionale del MCL, già convocato per venerdì 17 gennaio a Roma, nel corso del quale si faranno maggiori approfondimenti e proposte. (aise)

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento