Data odierna 11-12-2017

Piccola rivoluzione in corso su circa 200 autobus di Washington. Oltre ai consueti avvisi pubblicitari, i viaggiatori possono ora leggere i versi in italiano, tradotti in inglese, di alcuni dei più celebri...

Anno della cultura italiana negli USA

Piccola rivoluzione in corso su circa 200 autobus di Washington. Oltre ai consueti avvisi pubblicitari, i viaggiatori possono ora leggere i versi in italiano, tradotti in inglese, di alcuni dei più celebri poeti italiani: Leopardi, Pasolini, Ungaretti, Quasimodo, Rosselli, Pavese, Luzi, Foscolo, Penna, Lorenzo de’ Medici e Montale faranno per tre mesi buona compagnia ai pendolari e ai turisti della capitale americana.

Le loro poesie saranno inoltre accompagnate dagli scatti di alcuni dei più importanti fotografi contemporanei italiani: fra gli altri, Andrea Galvani, Franco Vaccari e Paolo Ventura.

L’iniziativa, dal titolo “Poetry on the Bus: Next Stop Italy”, nasce nel quadro dell’Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti, e coincide con un momento particolarmente significativo: l’Inaugurazione, il 21 gennaio, del secondo mandato del Presidente Obama, con decine di migliaia di persone previste in arrivo a Washington.

“Next Stop: Italy – ha commentato l’Ambasciatore d’Italia a Washington, Claudio Bisogniero – si distingue, tra le numerose iniziative dell’Anno della Cultura, per motivi facilmente intuibili: in primo luogo perché raggiunge un pubblico vasto in modo semplice ed immediato, portando emozioni in un posto forse inaspettato. In secondo luogo perché, pur rivolgendosi a molti, mira a comunicare una delle forme d’arte più ricche e complesse della cultura italiana: la poesia, che, in questo caso, sarà accompagnata anche da immagini di grande impatto, espressione della migliore fotografia italiana contemporanea. Il mio speciale ringraziamento va ai tanti che hanno reso possibile questo progetto, inclusi la Library of Congress, la Phillips Collection, la Washington Metropolitan Transit Authority e l’Office of the Poet Laureate of Washington, DC”.

I testi poetici e le immagini fotografiche faranno infatti anche oggetto di altre due iniziative: dal 9 marzo al 28 aprile saranno in mostra alla Phillips Collection a Washington, mentre Il 4 aprile il volume che le raccoglie, Next Stop: Italy, sarà presentato alla Library of Congress di Washington, la più grande biblioteca al mondo, nel contesto di una tavola rotonda su fotografia e poesia italiane.

L’Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti, inaugurato lo scorso 12 dicembre a Washington, è un’iniziativa del Ministero degli Esteri italiano, che gode dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana. In programma, durante tutto il 2013, più di 180 eventi legati alla cultura del Bel Paese oltre 40 città americane.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento