Data odierna 21-11-2017

Si scaldano i motori per la prossima, decima edizione del Festival della Musica Italiana a New York, dal titolo “New York Canta”, in programma il 10 settembre nel Master Theater (Millennium) di Brooklyn:...

10° festival della musica italiana a New York

Si scaldano i motori per la prossima, decima edizione del Festival della Musica Italiana a New York, dal titolo “New York Canta”, in programma il 10 settembre nel Master Theater (Millennium) di Brooklyn: una manifestazione unica nel suo genere, attesa e seguita con grande interesse, ispirata quest’anno alla campagna internazionale #VIVEREALLITALIANA, ideata e promossa dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, che ha deciso di selezionarla ed inserirla nel programma ufficiale degli eventi in programma nel mondo.
Il Festival, come sempre, è organizzato dall’Associazione Culturale Italiana di New York, nell’ambito di una più larga strategia di promozione integrata della cultura e del Made in Italy; evento pensato, insomma, anche per valorizzare il “marchio Italia” nelle sue diverse declinazioni.
Alla sfida canora sono perciò abbinate varie iniziative: il giorno seguente il festival, per cominciare, il Galà annuale dell’Associazione Culturale Italiana di New York (anche quest’anno al “Russo’s on the Bay” – 162\45 Cross Bay Blvd, Howard Beach, NY 11414) con varie degustazioni di eccellenze agroalimentari del Bel Paese, la presenza di personalità ed istituzioni italiane negli USA e rappresentanti delle eccellenze del #VIVEREALLITALIANA negli USA, e la presentazione della medesima campagna da parte di rappresentanti del MAECI.
Il festival – sottolineano gli organizzatori – può considerarsi anche una passerella per la moda e lo stile made in Italy: concorrenti, cantanti, ospiti e giuria, indosseranno abiti prodotti rigorosamente da stilisti italiani. Verranno poi organizzati incontri, conferenze e tavole rotonde a corollario dell’intensa promozione del #VIVEREALLITALIANA. Insomma, una complessa e complessiva iniziativa “a tutto tondo” che per questo anniversario decennale, si annuncia ancora più convinta, decisa e incisiva.
Di particolare rilievo – rimarca l’Associazione Culturale Italiana di New York – è poi la “fattiva e stretta collaborazione con Rai Italia, prestigioso media-partner ufficiale dell’evento, che gli darà deciso e concreto slancio e più larga copertura mediatica. Il passo successivo, a questo punto del tutto auspicabile, sarebbe assicurare l’informazione “di ritorno” in Italia, con la messa in onda della serata del Festival anche su una rete Rai (Rai Italia è visibile nel resto del mondo, ma non in Italia o Europa): obiettivo cui si sta lavorando con buone prospettive di riuscita, e che, c’è da scommetterci, avrebbe grandi numeri di ascolto e share tra il pubblico italiano e i suoi tantissimi appassionati musicofili”.
Ospiti e “guest stars” di questa decima edizione (l’anno scorso, ha fatto da gran mattatore il sempre simpatico, ironico e scoppiettante Pupo, alias Enzo Ghinazzi) saranno i cantanti Riccardo Fogli (popolare voce e bassista dei Pooh, dalla lunga carriera; anche vincitore, in solo, del Festival di Sanremo 1982 con la canzone “Storie di tutti i giorni”; e poi premi e riconoscimenti a volontà) e Gianni Nazzaro, ospite e conduttore del festival, autore di canzoni di successo, popolare attore teatrale e cinematografico, conduttore della fortunata trasmissione tv “Mille Voci”. Altra prestigiosa partecipazione, quella di Sal “The Voice” Valentinetti, direttamente dall’America’s Got Talent.
A confrontarsi sul palco newyorkese saranno 10 artisti, dei quali una parte selezionata negli USA e nei Paesi di tutti gli altri continenti direttamente dalla Commissione con sede negli USA, e un’altra parte dalla selezione in Italia attraverso festivals organizzati sul territorio con la direzione artistica curata da Tony Vandoni (già direttore artistico di “Radio Italia. Solo Musica Italiana”). Presentano tutti canzoni inedite, concorrendo per la rassegna canora e il premio in denaro.
Il Festival – ricordano gli organizzatori – è in costante crescita in termini di partecipazione che di prestigio: lo scorso anno erano presenti in sala oltre 1000 spettatori. Tra i 10 cantanti partecipanti (il concorso è aperto a cantanti o gruppi fino ad un massimo di 3 persone, escluse dunque le band, che si presentano con un brano inedito) il vincitore viene proclamato da una giuria di esperti. La competizione canora si svolge in un’unica serata, con un intervallo tra la prima e la seconda parte: da quest’anno la post-produzione prevede il montaggio di una prima e di una seconda parte, per consentire la messa in onda del Festival in due distinte, ma consecutive, trasmissioni.
Il Festival è indirizzato ad un pubblico di tutte le età (e in particolare ai giovani, cui è rivolta una speciale attenzione, considerando fondamentale il loro ruolo nel salvaguardare e tramandare il #VIVEREALLITALIANA nel mondo proprio attraverso la diffusione della migliore musica italiana), in particolare agli italo-americani ed a tutti coloro che amano la musica ed il made in Italy. È “una vetrina di prim’ordine per chi ha a cuore il bel canto italiano e vuole “lanciarsi” nel mondo della canzone sperimentando la propria stoffa ed ha rappresentato sin dal principio un veicolo per la promozione della cultura italiana e l’interscambio fra Stati Uniti e Italia attraverso una delle più importanti e apprezzate forme d’arte italiane quale la musica e la canzone”.
Per celebrare i dieci anni del Festival, è stato approntato un servizio dedicato per prenotazioni viaggi, soggiorni e pacchetti completi che includono l’accesso al Master Theater (Millennium) per assistere al Festival e la possibilità di poter partecipare anche al Galà del giorno successivo: il tutto è curato dalla Backpackers Travel – AIG Servizi per il Turismo di Roma. Prenotare è semplice, sia dall’Italia che dal resto del mondo, attraverso la rete mondiale Hostelling International di cui l’AIG-Associazione Italiana Alberghi per la Gioventù è rappresentante per l’Italia.

(aise) 

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento