Data odierna 24-09-2017

“Durante questa campagna elettorale ne abbiamo viste e lette di cotte e di crude. Meno male che è finita”. Così Vincenzo Zaccarini, candidato alla Camera con la lista Monti nella ripartizione estera...

Zaccarini: Italia impari a considerarci suoi figli a tutti gli effetti

“Durante questa campagna elettorale ne abbiamo viste e lette di cotte e di crude. Meno male che è finita”. Così Vincenzo Zaccarini, candidato alla Camera con la lista Monti nella ripartizione estera Europa. “Fino a quando ci sarà la possibilità di imbrogliare, fino a quando la legge che regola il voto all’estero non verrà modificata, allora sentiremo sempre parlare di compravendita di voti, plichi elettorali mai recapitati, irregolarità e brogli più o meno pesanti. Nonostante le mille difficoltà, in ogni caso, sono convinto di avere portato avanti una campagna elettorale degna di tale nome: ho dato tutto me stesso, e il sostegno dei connazionali che mi sono stati vicini mi ha certamente ripagato dei sacrifici fatti. Non mi stancherò mai di ripetere che per gli italiani all’estero è necessaria una svolta: l’Italia deve imparare a considerare tutti noi italiani nel mondo come dei propri figli, a tutti gli effetti, e non come cittadini di serie B. Anche per questo la nostra fiducia è andata a Mario Monti: mi auguro davvero che la sua lista anche nel Vecchio Continente possa avere il successo che merita per potere inviare in Parlamento propri rappresentanti, italiani nel mondo pronti a battersi all’interno di Camera e Senato per gli interessi delle comunità italiane residenti oltre confine e per fare in modo che ci sia sempre più Italia in Europa”.

“Europa – continua Zaccarini, residente a Londra – non puo’ essere solo la solita foto di gruppo dei soliti burocrati, non può essere una moneta comoda solo per alcuni Stati membri, ma deve essere Europa che unisce i cittadini in diritti e doveri comuni, deve essere unione di uguali sentimenti e di uguali opportunità. Mi sono candidato per la prima volta al Parlamento perchè con il governo Monti mi sono sentito ancora orgoglioso del mio Paese e ho ritrovato la passione politica che avevo perso negli ultimi anni di delusioni e di umiliazioni internazionali. Voglio mettermi al servizio dell’Italia e degli italiani tutti e contribuire anche attraverso un ruolo istituzionale a diffondere nel mondo la nostra cultura, il nostro stile inconfondibile, i successi delle nostre eccellenze, i nostri valori più cari. Grazie a tutti coloro che hanno avuto fiducia in me: non rimarranno delusi!”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento