Data odierna 20-09-2017

Un’ora di lavoro e un solo punto all’ordine del giorno: il federalismo fiscale. Appositamente convocato, ieri pomeriggio il Consiglio dei Ministri ha ascoltato e condiviso la Relazione,...

Un’ora di lavoro e un solo punto all’ordine del giorno: il federalismo fiscale. Appositamente convocato, ieri pomeriggio il Consiglio dei Ministri ha ascoltato e condiviso la Relazione, presentata dal Ministro dell’economia e delle finanze, Giulio Tremonti, sul quadro generale di finanziamento degli enti territoriali e sulle ipotesi di definizione delle strutture fondamentali dei rapporti finanziari fra Stato, Regioni e Province autonome ed Enti locali, che il Governo ha presentato alle Camere ottemperando cosí quanto previsto dalla legge che gli ha conferito la delega a dare vita al federalismo fiscale.
Il Governo entra dunque nel vivo dell’attuazione di questa “importante riforma” con una ricognizione rigorosa dei conti dei livelli decentrati di governo, effettuata sulla base dei lavori della Commissione tecnica per il federalismo. Il significato della Relazione è infatti quello di offrire un quadro dell’esistente e prospettive di una significativa razionalizzazione prima di dare il via ai decreti legislativi attuativi della delega, nel rispetto dei criteri enunciati dalla legge e con l’obiettivo di una radicale inversione di tendenza rispetto ai modelli fino ad oggi adottati per regolare i rapporti di spesa con gli enti decentrati.
Responsabilitá, chiarezza, trasparenza dei conti ed individuazione delle inefficienze, prospettazione dei risparmi conseguibili, ma soprattutto indicazioni di nuovi metodi di razionalizzazione della spesa, sono i binari su cui il Governo imposta l’attuazione del federalismo fiscale che segna la tappa storica del passaggio dalla finanza derivante alla finanza responsabile.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento