Data odierna 24-04-2017

“Expo 2015 sarà il volano per ritrovare la crescita”. Con queste parole il Presidente del Consiglio dei Ministri Enrico Letta ha salutato “Agenda Italia 2015”, il programma di attività del Governo...

Verso l’Expo: Presentata Agenda Italia 2015, il ruolo delle associazioni e dei ristoranti italiani all’estero

“Expo 2015 sarà il volano per ritrovare la crescita”. Con queste parole il Presidente del Consiglio dei Ministri Enrico Letta ha salutato “Agenda Italia 2015”, il programma di attività del Governo a sostegno dell’Esposizione Universale, presentato ieri alla Triennale di Milano.

Intervenuto in collegamento video, il premier ha spiegato: “L’Expo 2015 sarà un successo solo se tutta l’Italia si riconoscerà in questo evento. Credo – ha proseguito – che il messaggio di unità del Paese sia l’effetto migliore da dare anche all’estero”.

A illustrare il master plan dei progetti che il Governo metterà in campo il Sottosegretario con delega a Expo Milano 2015 Maurizio Martina e il Commissario Unico per Expo Milano 2105 Giuseppe Sala.

“Le attività previste da Agenda Italia 2015 – ha spiegato Giuseppe Sala – affiancheranno l’Esposizione Universale e ne scandiranno i lavori. Costruzione dei padiglioni, comunicazione dei contenuti e preparazione del Paese all’evento sono, infatti, i tre momenti che caratterizzeranno l’ultima fase, l’ultimo anno che abbiamo a disposizione per preparare questa manifestazione che porterà a Milano, nel 2015, milioni di visitatori”.

“Questo master plan di progetti è un punto di partenza – ha aggiunto Maurizio Martina -, un primo passo per un “fuori Expo” in Italia. Le attività saranno sottoposte a monitoraggio trimestrale”.

“Agenda Italia 2015″ si compone di sessanta progetti, sotto il coordinamento del Ministero degli Affari Esteri, dell’Interno, dell’Economia e delle Finanze e delle Infrastrutture e dei Trasporti.

Tre gli obiettivi strategici del piano di azione: la promozione del ruolo dell’Italia nel mondo, lo sviluppo di temi e contenuti dell’Expo del 2015 e offrire un contributo fattivo allo sviluppo del Paese. Nove, invece, gli ambiti di riferimento dei progetti: relazioni ed eventi internazionali; promozione culturale e dell’identità italiana; promozione turistica e dell’attrattività del Paese; educazione e formazione; ricerca e innovazione; rappresentazione del tema; promozione della competitività e attrattività del territorio, promozione dell’occupazione e dell’inclusione sociale, sviluppo di opportunità per tessuto produttivo e cittadini.

Le prime 28 azioni dell’Agenda riguardano la promozione dell’Italia nel mondo. è in questa parte che viene citato il contributo delle associazioni e dei ristoranti italiani all’estero.

L’azione numero 26, infatti, consiste proprio nella “promozione di Expo 2015 tramite le 5500 associazioni degli italiani all’estero per consentire viaggi in Italia nel 2015, da legare anche al Piano Destinazione Italia”.

Segue la numero 27 sulle “Eccellenze italiane: i ristoranti nel mondo per Expo”. In questo caso si tratta di “promuovere Expo 2015 attraverso i circa 2000 ristoranti italiani nel mondo aderenti al progetto “Ospitalità italiana” promosso da UNIONCAMERE, organizzando occasioni che coniughino i sapori italiani con il tema dell’esposizione universale”. (aise)

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento