Data odierna 22-09-2017

I sindacati dei pensionati esprimono la loro soddisfazione per la piena riuscita della terza giornata di mobilitazione dei pensionati italiani all’estero. Anche in questo 10 dicembre –...

I sindacati dei pensionati esprimono la loro soddisfazione per la piena riuscita della terza giornata di mobilitazione dei pensionati italiani all’estero. Anche in questo 10 dicembre – è detto in una nota -, come già nel 2008 e 2009, decine di delegazioni sindacali formate dai nostri connazionali più anziani, con i loro patronati Inca Inas Ital, si sono recate presso le sedi diplomatiche italiane in tutto il mondo per esporre a Consoli e Ambasciatori i problemi dell’area più fragile e in difficoltà della nostra emigrazione

In Australia come in Europa, in America Latina come in Canada, gli incontri di centinaia di pensionati con i loro consoli sono stati generalmente caratterizzati dalla massima cordialità, dalla piena comprensione dei problemi esposti e dall’impegno dei nostri diplomatici, a cui è stata  consegnata una lettera dei Segretari Generali dei Sindacati e dei Presidenti di Patronato, a farsi portavoce presso il governo italiano per una loro soluzione.

Oltre i tradizionali problemi che attanagliano la nostra emigrazione, la sola a pagare l’Ici sulla prima casa in Italia o a vedersi imposto l’obbligo di dieci anni di residenza in Italia per il diritto all’Assegno Sociale, quest’anno l’accento è stato posto in maniera particolare sulla gravità della condizione sanitaria in Amarica Latina  e di una sanatoria degli indebiti pensionistici maturati all’estero senza colpe degli interessati.

Le soluzioni di questi problemi sono ampiamente alla portata del nostro Paese e che contiamo possano trovare presto una risposta positiva da parte del Governo in quanto, come dimostra anche la piena riuscita della terza giornata di mobilitazione del 10 dicembre 2010, i pensionati italiani all’estero hanno  tenacia e determinazione per promuovere tutte le iniziative necessarie per il loro conseguimento.

Spi-Cgil Fnp-Cisl Uilp-Uil esprimono infine ai pensionati italiani nel mondo, ai patronati e a tutti coloro che hanno concorso alla piena riuscita di questa terza giornata di mobilitazione internazionale il più sentito ringraziamento, nella convinzione che un impegno sindacale costante possa dare utili risultati.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento