Data odierna 23-09-2017

Lunedì scorso, 28 novembre, una delegazione rappresentativa dei docenti degli Enti Gestori di Berna, San Gallo e Zurigo è stata ricevuta presso la locale sede diplomatica italiana dall’ambasciatore...

Tagli agli enti gestori: il gruppo docenti in Svizzera incontra l’ambasciatore Deodato

Lunedì scorso, 28 novembre, una delegazione rappresentativa dei docenti degli Enti Gestori di Berna, San Gallo e Zurigo è stata ricevuta presso la locale sede diplomatica italiana dall’ambasciatore d’Italia, Giuseppe Deodato.

L’incontro era stato chiesto dal Gruppo DES (Docenti degli Enti Gestori in Svizzera) – che aveva coordinato le manifestazioni di protesta contro i tagli al finanziamento MAE per i Corsi di Lingua e Cultura Italiana tenutesi nelle tre località elvetiche lo scorso 19 novembre – per “consegnare il documento finale firmato da quanti, cittadini italiani e non, hanno voluto dare voce al crescente malcontento della comunità italiana contro l’inarrestabile disimpegno delle istituzioni e il disinteresse quasi totale della politica italiana nei confronti della promozione linguistica e culturale dei tanti piccoli “fratelli d’Italia” sparsi nel mondo”, spiega la delegazione all’indomani dell’incontro, che, riferisce, si è svolto in un “clima sereno e costruttivo”.

La delegazione DES ha potuto presentare all’ambasciatore e ai suoi collaboratori “le emergenze alle quali gli Enti Gestori e i loro dipendenti devono far fronte in conseguenza dei continui tagli al contributo MAE”, che, si legge in una nota, possono essere riassunte in particolare: “nella crescente difficoltà a garantire il regolare pagamento degli stipendi al personale; nella continua diminuzione del numero dei Corsi; nei crescenti e pretestuosi attacchi esterni alla credibilità degli Enti e dei loro docenti”.

L’ambasciatore Deodato “ha ascoltato con attenzione e ha assicurato che continuerà ad adoperarsi per favorire un confronto rispettoso ed equilibrato fra quanti operano nell’ambito dei Corsi di Lingua e Cultura. Ha comunque sottolineato, vista anche l’emergenza finanziaria che grava sull’Italia, la necessità per gli Enti Gestori di incrementare la partecipazione economica dei genitori degli alunni e di promuovere attività di autofinanziamento, condizione inevitabile”, conclude la nota dei DES, “per poter continuare a garantire anche in futuro l’attuale servizio”.

Oppure condividila!

Notizie simili

Lascia un commento

Invia il commento