Data odierna 19-11-2017

“Le istituzioni dell’Unioone Europea si impegnino ad assicurare, nel futuro accordo di bilancio, il sostegno agli Enti locali e regionali su tutto il territorio europeo”. È l’appello...

“Le istituzioni dell’Unioone Europea si impegnino ad assicurare, nel futuro accordo di bilancio, il sostegno agli Enti locali e regionali su tutto il territorio europeo”. È l’appello lanciato dal Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa (Ccre) e sottoscritto dall’Aiccre, ai rispettivi Governi nazionali, alla Commissione europea e all’Europarlamento.
“Una dichiarazione precisa”, hanno commentato Vincenzo Menna ed Emilio Verrengia, rispettivamente Segretario generale e Segretario generale aggiunto dell’Aiccre, “affinché si continui a stimolare lo sviluppo e il potenziale di tutti i territori dell’Unione”.
Il documento del Ccre sollecita le istituzioni europee perché la futura politica finanziaria tenga conto di alcuni punti chiave: innanzitutto del fatto che il livello locale è la forma di democrazia più vicina ai cittadini. In secondo luogo, la politica di Coesione dovrá essere utile a tutte le Regioni europee ovvero anche allo sviluppo di quelle in difficoltá; il Ccre ha ribadito, altresí, l’esigenza di conferire maggiore responsabilitá agli Enti locali e regionali e di semplificare i Programmi di finanziamento.
Infine, il Consiglio dei Comuni e delle Regioni d’Europa chiede che i programmi di sviluppo rurale dell’Ue vadano a costituire un fondo unico per essere integrati nella politica territoriale di Coesione. Il tutto guidato dal faro dello Sviluppo Sostenibile.
Per Menna e Verrengia occorre che i Governi nazionali e le istituzioni dell’Ue “prendano seriamente in considerazione la dimensione territoriale della Coesione anche perché prevista dal Trattato di Lisbona”.
“Regole chiare legate ai principi europei del federalismo solidale”, hanno concluso i dirigenti dell’Aiccre, “che permetteranno, se adottate, di valorizzare e stimolare il ruolo degli Enti locali anche in chiave di ripresa economica”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento