Data odierna 20-09-2017

“La Confsal-Unsa Coordinamento Esteri e il Comitato di Coordinamento contro la chiusura del Consolato di Liegi esprimono piena soddisfazione per la manifestazione che si è svolta lo scorso...

“La Confsal-Unsa Coordinamento Esteri e il Comitato di Coordinamento contro la chiusura del Consolato di Liegi esprimono piena soddisfazione per la manifestazione che si è svolta lo scorso 7 maggio nella capitale di una delle Regioni economicamente, politicamente e culturalmente più importanti del Belgio e che ha visto centinaia di persone occupare in segno di “protesta” e di “affetto” il proprio Consolato”. Cosí una nota sindacale Confsal-Unsa dopo la manifestazione a Liegi.

Per l’organizzazione sindacale “le alternative alla chiusura ci sono” ma “manca ancora la volontá di affrontare seriamente il progetto di razionalizzazione della rete estera”.

“Tante sono le domande – dice il sindacato – che attendono ancora una risposta da parte del sottosegretario con delega per gli italiani all’estero, sen. Alfredo Mantica e del ministro degli Affari Esteri, Franco Frattini: una presa di posizione concreta, per esempio, alla disponibilitá del governatore della Provincia Michel Foret e del sindaco di Liegi Willy Demeyer rivolta al ministro degli Affari Esteri Franco Frattini, di offrire allo Stato italiano una sede a metá prezzo per il Consolato Generale d’Italia”.

Per il sindacato “non è realistico” chiudere il Consolato Liegi e assorbire personale e strutture presso il Consolato d’Italia a Charleroi: “Chi dovrebbe gestire gli oltre 70.000 italiani iscritti a Liegi se il Consolato d’Italia a Charleroi è giá al limite delle proprie forze e della propria capienza strutturale?”

La Confsal-Unsa Coordinamento Esteri “non demorde” ed “insieme ai suoi iscritti e al Comitato di Coordinamento contro la chiusura di Liegi, che ha appena annunciato una prossima manifestazione di protesta, continuerá con tutte le sue forze a dire no alla chiusura del Consolato Generale di Liegi”

Confsal-Unsa infine ringrazia “i tantissimi colleghi che hanno aderito, dalle proprie sedi, alla campagna fax” promossa dall’organizzazione sindacale, “a sostegno dei colleghi a contratto e di ruolo in servizio a Liegi, nonché dell’intera collettivitá italiana ivi residente”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento