Data odierna 22-09-2017

Presso l’Hotel Nettuno di Catania, con l’inno di Mameli e l’inno siciliano di Vincenzo Spampinato, si è aperto l’incontro-laboratorio con i dieci siciliani eccellenti, provenienti dall’estero,...

Sicilia Mondo celebra a Catania l’incontro-laboratirui cib 19 siciliani corregionali

Presso l’Hotel Nettuno di Catania, con l’inno di Mameli e l’inno siciliano di Vincenzo Spampinato, si è aperto l’incontro-laboratorio con i dieci siciliani eccellenti, provenienti dall’estero, scelti da Sicilia Mondo per sorteggio su una selezione di 40 corregionali, dei 141 entrati nel social network www.siciliamondo.net, presente un folto gruppo di studiosi ed operatori sociali.

Ad introdurre i lavori, moderati dal giornalista Nuccio Molino, il vicepresidente dell’associazione Paolo Russitto, seguito dai saluti di Daniele Marconcini, Presidente dei “Mantovani nel Mondo” e Vice Presidente dell’UNAIE. Quindi, l’incontro è entrato nel vivo con la relazione introduttiva del presidente dell’associazione, Domenico Azzia.

Il tema del Convegno “Per restare nel moto di un mondo sempre più globalizzato ed esigente”, ha spiegato Azzia, “è emblematico del disegno di Sicilia Mondo di aggiornarsi ed aprirsi al nuovo che arriva, superando gli steccati e le strettoie dell’associazionismo tradizionale per ripensare l’attuale rapporto di relazione con i siciliani fuori dall’Isola, in maniera globale e, cioè, con il loro coinvolgimento culturale ed operativo nella Agenda della politica regionale e nella quotidianità dei problemi della Sicilia. In questo senso, è certamente un autentico investimento mettere in rete ed attivare un circuito di relazioni tra i siciliani che contano e nei posti di responsabilità. Farli conoscere tra di loro per dialogare, rapportarsi, riscoprire l’emozione della comune identità, fare amicizia significa riaggregarli tra di loro, ritrovare l’orgoglio della sicilianità e rapportarli con Sicilia Mondo. Così come indicato nelle linee-guida scaturite dal Convegno dei 40 anni sulla grande Sicilia”.

Il tema del Convegno è stato poi arricchito dai relatori Maurizio Caserta, Docente universitario e dal siciliani sta, e dall’avvocato Renato Sgroi Santagati. La discussione si è poi formalizzata sulla domanda che il moderatore Nuccio Molino ha rivolto agli ospiti: “Cosa vuoi o puoi fare per la Sicilia? – Cosa vuoi che facciamo noi dalla Sicilia?” Su questa traccia tematica hanno preso la parola tutti e nove gli ospiti e tutti hanno esposto idee, giudizi e proposte: Vincenzo Paradiso (Olanda), Sebastian L Ambrogio (USA), Antonino Barbagallo (USA), Osvaldo Cirnigliaro (Argentina), (Nicolò Di Bennardo (Argentina), Anunciada Lattuca (Argentina), Julian Ovando Salemi (Argentina), Giuseppe Portogallo (Cina), Mariangela Stagnitti (Australia).

Interventi che saranno riassunti nel documento finale di sintesi ora in preparazione.

I lavori sono stati conclusi da Lorenzo Granata, funzionario regionale che ha portato il saluto dell’Assessore Andrea Piraino ed elogiato il lavoro prezioso delle Associazioni di emigrazione.

Gli ospiti sono stati poi raggiunti dal Presidente della Regione Lombardo al quale Azzia ha riferito le indicazioni di massima scaturite dall’incontro-laboratorio. Lombardo si è lungamente intrattenuto con ognuno degli ospiti in un cordiale colloquio sui temi del Convegno esprimendo, infine, le proprie “congratulazioni” per il lavoro fatto da Sicilia Mondo e impegnandosi a sostenere la ricerca dei siciliani eccellenti nel mondo e studiare la possibilità di incontrarli in Sicilia.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento