Data odierna 18-11-2017

Il ddl sulla semplificazione, ma, a sorpresa, anche il testo unificato sulla cittadinanza impegneranno questa settimana la Commissione Affari Costituzionali della Camera nelle sedute convocate da domani...

Il ddl sulla semplificazione, ma, a sorpresa, anche il testo unificato sulla cittadinanza impegneranno questa settimana la Commissione Affari Costituzionali della Camera nelle sedute convocate da domani a giovedí. “Norme in materia di cittadinanza”, testo che raggruppa i vari ddl proposti in materia, tra cui anche quelli degli eletti all’estero Fedi (Pd), Merlo (Maie), Di Biagio e Angeli (Pdl), da tempo entra ed esce dall’agenda della commissione che lo esamina con alterne vicende in sede referente.
La Commissione Giustizia inizierá la sua settimana domani, 22 giugno, con l’audizione di Sebastiano Ardita, direttore della Direzione generale dei detenuti, che verrá sentito nell’ambito del ddl sulla tutela del rapporto tra detenute madri e figli minori. All’ordine del giorno, in sede referente, anche l’esame delle norme in materia di intercettazioni telefoniche, telematiche e ambientali, controverso ddl tornato alla Camera in terza lettura dopo le modifiche apportate dal Senato.
La Commissione Affari Esteri questa settimana si riunirá solo mercoledí 23: la seduta inizierá con la trattazione di interrogazioni tra cui quelle dell’on. Di Biagio (Pdl) sulla riorganizzazione degli uffici consolari a Saarbrucken e Norimberga e sullo stato di attuazione del consolato digitale e del Sistema integrato delle Funzioni Consolari (SIFC). In sede referente, invece, inizierá l’esame del ddl di ratifica della Convenzione con la Slovenia per la manutenzione del confine di Stato.
Convocata da domani a giovedí, la Commissione Finanze inizierá l’esame dello schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva 2008/48/CE, relativa ai contratti di credito ai consumatori e ascolterá il Direttore della Scuola europea di Alti studi tributari, Adriano Di Pietro, sulle problematiche relative all’operativitá della giustizia tributaria.
Toccherá alla Commissione Lavoro proseguire domani l’esame delle disposizioni concernenti la definizione della funzione pubblica internazionale e la tutela dei funzionari italiani dipendenti da organizzazioni internazionali, in sede referente. Mercoledí, il Comitato ristretto proseguirá prima l’esame delle disposizioni in materia di previdenza per i lavoratori autonomi non esercenti professioni regolamentate, contenute nelle proposte di legge di Saglia e Narducci (Pd) e poi quello delle norme a sostegno della maternitá e dell’introduzione del congedo di paternitá obbligatorio.
Tante le audizioni in Commissione Affari Sociali, domani, in tema di assistenza psichiatrica. In sede referente, i deputati proseguiranno l’esame delle norme in materia di riconoscimento e sostegno alle comunitá giovanili; del tutela del rapporto tra detenute madri e figli minori e di quelle in materia di usura e di estorsione.
Audizioni anche in Commissione per le Politiche dell’Unione Europea che domani ospiterá l’Ambasciatore italiano a Madrid, Pasquale Terracciano, nell’ambito dell’esame del “Programma legislativo e di lavoro della Commissione europea per il 2010 e programma di 18 mesi del Consiglio dell’Unione europea, presentato dalle Presidenze spagnola, belga e ungherese”. Tra i documenti comunitari esaminati questa settimana anche la Comunicazione della Commissione “Rafforzare il coordinamento delle politiche economiche”.
In Senato, questa settimana l’assemblea non si riunirá per lasciare spazio alle attivitá di commissione: tutte, infatti, per le parti di competenza tratteranno la manovra finanziaria, assegnata in sede referente alla Commissione Bilancio.
Convocata domani e mercoledí, la Commissione Affari Costituzionali oltre, appunto, al decreto 78/2010, in sede deliberante proseguirá la discussione congiunta dei disegni di legge sul riconoscimento della lingua italiana dei segni. Tra i temi da tempo all’odg, di cui peró non è ancora iniziato, si segnalano i ddl sulla riforma del Parlamento e del voto all’estero.
Stessi giorni di lavoro per la Commissione Agricoltura che, in sede referente, proseguirá l’esame dei disegni di legge sui prodotti ortofrutticoli di quarta gamma, il commercio interno del riso e le produzioni biologiche.
La Commissione Industria, negli stessi giorni, esaminerá il documneto conclusivo dell’indagine conoscitiva sulla dinamica dei prezzi della filiera dei prodotti petroliferi. In sede referente, inizierá l’esame del ddl contenente norme per la riconoscibilitá e la tutela dei prodotti realizzati in Italia. Istituzione del marchio “Totally in Italy”, mentre la Commissione Ambiente e territorio, convocata solo mercoledí 23, proseguirá l’esame dello Schema di decreto legislativo recante: “Disposizioni correttive e integrative del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante norme in materia ambientale”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento