Data odierna 20-09-2017

“Dopo avere affrontato una campagna elettorale non facile, ma intensa e ricca di contatti umani, desidero ringraziare tutti i miei collaboratori e tutti coloro che hanno creduto nella mia proposta...

Romagnoli: via dell’Umiltà analizzi attentamente risultati voto estero

“Dopo avere affrontato una campagna elettorale non facile, ma intensa e ricca di contatti umani, desidero ringraziare tutti i miei collaboratori e tutti coloro che hanno creduto nella mia proposta politica: non ce l’ho fatta ad entrare in Parlamento, ma sono grato a chi mi ha sostenuto con convinzione. Rivolgo un augurio di buon lavoro all’on. Guglielmo Picchi, unico deputato del PdL eletto all’estero, anche nell’interesse degli italiani residenti oltre confine”. Cosi Massimo Romagnoli, presidente del Movimento delle Libertà e candidato PdL nella ripartizione estera Europa, commenta i risultati della Circoscrizione Estero.

“In particolare ringrazio per il loro sostegno Stefania Gallo e Francesco Schiariti, due preziosi collaboratori che mi hanno seguito giorno dopo giorno nel mio tour elettorale in Europa, per due mesi”.

“Non possiamo non lanciare un allarme: il PdL all’estero è stato sconfitto. Rispetto al 2008, perde 200mila voti e 6 parlamentari. Via dell’Umiltà dovrà analizzare attentamente i risultati del voto estero. Il coordinamento del PdL nel Mondo, presieduto prima dal senatore Caselli e poi dallo stesso Picchi, non ha funzionato. Era del resto prevedibile: Caselli non si e’ mai occupato degli italiani all’estero, ma allo stesso tempo dobbiamo dire che il partito non ha mai dato la giusta attenzione ai connazionali residenti oltre confine. Ora – conclude Romagnoli – ne paga le conseguenze. Fra le comunità italiane all’estero, il PdL dovrà lavorare molto se vorrà tornare ai consensi di un tempo”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento