Data odierna 18-07-2018

Settimana piena di impegni lavorativi e istituzionali per Massimo Romagnoli (Pdl), presidente del Movimento delle Libertà, impegnato fino a ieri in un tour europeo cominciato venerdì scorso a Parigi...

Settimana piena di impegni lavorativi e istituzionali per Massimo Romagnoli (Pdl), presidente del Movimento delle Libertà, impegnato fino a ieri in un tour europeo cominciato venerdì scorso a Parigi e concluso a Londra.

 

Tra i tanti impegni che lo hanno visto protagonista a Parigi, anche l’incontro con il presidente del Comites Mario Porpiglia, anche presidente di Calabria Mia, con il quale Romagnoli ha affrontato problematiche relative agli italiani all’estero e in particolare ai connazionali residenti in Francia. Si è parlato naturalmente anche di calabresi, una comunità che in terra francese è assai presente e che vorrebbe poter contare di più: il presidente del Movimento delle Libertà ha promesso a Porpiglia che lavorerà in questo senso.

Nella capitale francese Romagnoli ha poi avuto colloqui con un gruppo di imprenditori italiani, coordinati da Enrico Orlando e Francesca Darsh, responsabili del MdL in Francia. Si è parlato di economia e di scambi commerciali fra Italia e Francia, ma è stata anche l’occasione per guardare al futuro del Movimento di Romagnoli.

Il Comitato direttivo del Movimento delle Libertà ha infatti deciso di formare delle liste per presentarsi alle prossime elezioni dei Comites, che dovrebbero tenersi entro il 2012.

A Parigi, Romagnoli ha partecipato anche al Consiglio nazionale della Resistenza iraniana (CNRI), nel quale si è parlato, fra le altre cose, di diritti umani. Erano presenti circa 150mila iraniani residenti all’estero. All’appuntamento hanno partecipato importanti personalità politiche provenienti da tutto il mondo, tra cui Rudolph Giuliani, ex sindaco di New York, l’On. Isabella Rauti, consigliere regionale del Lazio e moglie del sindaco di Roma Gianni Alemanno, il figlio di Kennedy, gli onorevoli Razzi e Scilipoti, del gruppo dei Responsabili; e poi parlamentari americani, francesi, polacchi e italiani.

Si è trattato del primo degli incontri istituzionali a cui ha partecipato l’esponente del Popolo della Libertà, che durante la settimana – sempre a Parigi – ha incontrato i vertici di Alenia Areonautica, in occasione dell’Air Show, al Bruges. Con loro ha assistito all’inaugurazione dell’evento.

In seguito, ha visitato la Beer, una compagnia aerea che interessa in modo particolare a Romagnoli, visto che è quella che produce l’unico velivolo in grado di decollare ed atterrare sia da terra che dall’acqua. Infatti a Capo d’Orlando, città natale di Romagnoli, questo tipo di aereo potrebbe risolvere la questione dell’aeroporto che non c’è, incrementando quindi notevolmente il turismo nella bella città siciliana, e rendendo la vita più facile anche ai residenti. A settembre dovrebbe esserci la dimostrazione ufficiale del velivolo, proprio a Capo d’Orlando.

Ieri, infine, la rappa londinese: qui, Romagnoli ha incontrato il Coordinatore MdL per il Regno Unito, Adriano Visconti, con il quale ha parlato delle prossime elezioni del Comites, delle strategie e delle iniziative da mettere in campo sul territorio.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento