Data odierna 19-11-2017

Il presidente del Movimento delle Libertà, Massimo Romagnoli, ha trascorso il fine settimana in Svizzera, a contatto con la comunità italiana di Lugano e San Gallo, per avviare e chiarire nei dettagli...

Romagnoli incontra la comunità italiana residente in Svizzera

Il presidente del Movimento delle Libertà, Massimo Romagnoli, ha trascorso il fine settimana in Svizzera, a contatto con la comunità italiana di Lugano e San Gallo, per avviare e chiarire nei dettagli ai connazionali le importanti iniziative maturate durante i suoi contatti sul territorio. “Sono convinto che la mia presenza nei luoghi di riunione e la discussione anche vivace con i nostri connazionali mi abbia consentito di conoscere meglio le esigenze della comunità per stabilire insieme le priorità e poter dare risposte concrete almeno sulle questioni più urgenti”, dichiara Romagnoli, che continua: “In un momento di crisi economica e politica, in cui i finanziamenti a pioggia sono diventati sinonimo di sprechi e di malversazioni, e’ importante individuare con precisione le voci di gestione e i possibili interventi istituzionali sulle nostre attività, che peraltro noi cerchiamo di sostenere attraverso libere iniziative private. Vogliamo che la politica torni ad essere quel nobile servizio allo Stato e alla società che ha caratterizzato i primi anni della Repubblica. E in particolare agli italiani che vivono all’ estero vogliamo dare motivo di sentirsi orgogliosi dell’appartenenza al nostro Paese. Proprio per questo non ci sentiremo mai stanchi di organizzare incontri, contattarli da vicino, parlare con loro di quello che succede in Italia e di come possono partecipare delle proposte di legge e delle decisioni attraverso i loro rappresentanti”.

Romagnoli ci tiene a ringraziare “Gerolamo De Palma per l’impegno su Lugano, e Pietro Cappelli per l’attenzione che dedica alla Svizzera. La terra elvetica e’ per noi fondamentale: tantissimi gli italiani qui residenti che spesso si sentono abbandonati e accrescono la loro delusione. Col nostro lavoro di contatto e di confronto, vogliamo restituire a ciascuno di loro la barra del timone, perchè la conoscenza dei fatti produca consapevolezza e senso di responsabilità nel progetto che stiamo costruendo; se siamo parte di un tutto, ognuno faccia la sua parte: noi ci siamo – conclude il presidente MdL – e vogliamo che gli italiani del mondo si uniscano a noi”.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Una risposta to "Romagnoli incontra la comunità italiana residente in Svizzera"

  1. Ticchio Giuseppe says:

    Carissimo Presidente Romagnoli capisco che fà il mestiere del Politicante e quando si incontra la Comunità all’estero qualche cosa bisogna pur dire, ma dire qualcosa é una cosa, prenderci per i fondelli é un’altra cosa. Mi spiego: Lei non puo` andare all’estero é raccontare favole alla gente, affermando che, se riprendete la quida del prossimo Governo farete battaglia per togliere l’IMU, balle. Se siete di questo parere, bastava non votare in parlamento la conversione del “Decreto salva Italia” in legge dello stato, allora si che eravate credibili. Pero` per interessi di bottega avete avvalato il Decreto del Governo Monti. Pertanto tutte balle.
    Stesso discorso vale anche per gli altri gruppi che sostengono questo Governo. Monti la sua parte la fa benissimo, ma se in parlamento non trova i vostri voti e di tutti gli altri, Monti non arriva da nessuna parte. Spero che il concetto é chiaro, non prendetevi gioco della gente.
    Cordialmente un cittadino incazzato. Ticchio Giuseppe Svizzera

Lascia un commento

Invia il commento