Data odierna 22-10-2017

Lo scorso 23 febbraio, riferendo alla Commissioni Esteri di Camera e Senato, il sottosegretario Alfredo Mantica ha annunciato che, dal primo giugno 2010, partirà il processo di razionalizzazione...

Lo scorso 23 febbraio, riferendo alla Commissioni Esteri di Camera e Senato, il sottosegretario Alfredo Mantica ha annunciato che, dal primo giugno 2010, partirà il processo di razionalizzazione della rete diplomatica italiana all’estero: chiuderanno le sedi consolari di Mulhouse, in Francia, di Gent in Belgio, di Coira, in Svizzera e di Saarbrucken e Norimberga in Germania.

La chiusura del Consolato di Ginevra o quello di Losanna rimane ancora in sospeso, tuttavia, in occasione della visita del senatore Mantica, lo scorso aprile per la VI assemblea dell’Alleanza degli Ospedali Italiani nel Mondo all’OMS, si è recato in visita nei consolati di Ginevra e Losanna per rendersi conto quale potrebbe essere la soluzione migliore.

Chiudere uno dei due consolati è inevitabile? E’ la domanda che si pongono tante persone. Valutando che, da una parte Ginevra è una Città internazionale e la sede è di proprietà, d’altra parte Losanna, che ha già una competenza territoriale molto più ampia, la questione diventa sempre più problematica.

Comunque, il sen. Mantica è ripartito senza lasciare intendere una provabile soluzione e, per capire meglio la situazione, bisognerà aspettare le valutazioni ed i riscontri scaturiti dalla visita del sottosegretario agli Esteri a Ginevra e Losanna, non prima del 2011.

Attorno alla decisione di ristrutturare la rete consolare all’estero, cosi drasticamente pensata, ci sono delle perplessità per la mancanza d’informazioni chiare in proposito. Dalle agenzie stampa che arrivano nelle nostre e-mail,  non mancano nemmeno le speculazioni gratuite di taluni italiani in Svizzera che pensano di avere le giuste soluzioni, magari denigrando un altro Consolato, come quello di Ginevra, a beneficio del proprio.

È vero che, in rapporto agli altri cantoni, Ginevra è un fazzoletto di terra, ma è anche vero che il Consolato Generale di Ginevra è situato in una realtà diversa da tutti i cantoni svizzeri.

Ginevra si conosce quale Città Internazionale dove risiedono l’ONU e le organizzazioni internazionali, si contano 44.000 italiani o di origine sui quasi 500.000 residenti e vanta una prestigiosa sede di proprietà. Sono queste verità che danno al Consolato Generale di Ginevra un importanza rilevante per il Cantone e la Svizzera.  (Carmelo Vaccaro)

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento