Data odierna 22-10-2017

Dopo il dibattito generale, l’Aula del Senato ha iniziato l’esame degli emendamenti presentati al ddl sulla riforma di Comites e Cgie. Una procedura che si prospetta lunga perché tanti sono gli...

Dopo il dibattito generale, l’Aula del Senato ha iniziato l’esame degli emendamenti presentati al ddl sulla riforma di Comites e Cgie. Una procedura che si prospetta lunga perché tanti sono gli emendamenti presentati – anche se i senatori Randazzo (Pd) e Giai (Maie) hanno ritirato quasi tutti i loro – e il testo si compone di 35 articoli.

Prima dell’esame, è stato ribadito all’Aula che la Commissione Affari Costituzionali ha dato parere non ostativo sia al ddl che agli emendamenti, mentre la Commissione Bilancio ha dato parere non ostativo al ddl, ma ha dichiarato “improcedibili” numerosi emendamenti.

Dunque, per ogni articolo si leggono gli emendamenti, si sente il parere del relatore, Oreste Tofani in questo caso, e del Governo, rappresentato dal sottosegretario agli esteri Alfredo Mantica, si controlla se la disposizione dell’emendamento risulti assorbita o meno da precedenti decisioni, si sente la Commissione Bilancio, si votano tutti gli emendamenti e, quindi, il singolo articolo.

Oppure condividila!

Notizie simili

Lascia un commento

Invia il commento