Data odierna 20-09-2017

Ha detto di voler essere leale con Pier Luigi Bersani. E c’è da credergli, visto che Matteo Renzi, quando perse le primarie contro il segretario del Partito democratico mantenne l’impegno...

Renzi tentato da Monti per la guida del centro

Ha detto di voler essere leale con Pier Luigi Bersani. E c’è da credergli, visto che Matteo Renzi, quando perse le primarie contro il segretario del Partito democratico mantenne l’impegno preso in campagna elettorale e tornò a fare il sindaco di Firenze.
Solo che questa volta a tentare Renzi c’è il premier uscente Mario Monti.
MONTI VUOLE AFFIDARSI A MONTI. I due, come noto, si sono incontrati a Palazzo Chigi. Ma non si trattava di un colloquio deciso da tempo. Dietro l’incontro, secondo quanto riferito da Dagospia.com, c’è stato lo zampino di Diego Della Valle con il beneplacito del leader di Italia Futura Luca Cordero di Montezemolo.
Il Professore, dopo il flop delle elezioni, avrebbe offerto la guida del centro proprio a Renzi, scelto per prendere le redini di Lista civica. Il colloquio a questo punto si tinge di giallo: è avvenuto alla vigilia della direzione del Pd e mercoledì 6 marzo, il sindaco di Firenze ha lasciato anzitempo la riunione, senza neppure parlare.
RENZI NON ABBANDONA IL PD. Quella di Monti, però, potrebbe essere una trappola per Renzi. Il sindaco, certo, sa bene di non poter prendere il posto di Pier Luigi Bersani in questo Pd. E prima di caricarsi sulle spalle il partito, il toscano vuole dare il via alla rottamazione dei vertici democrat.
Ma Renzi non appare convinto dalle sirene centriste. E forse preferisce attendere un’altra occasione prima di tornare in prima linea. Evitando di farsi travolgere dalle critiche di quelli che diventerebbero i suoi ex compagni di partito.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento