Data odierna 20-09-2017

Di Biagio soddisfatto del “risultato raggiunto” per le sedi consolari di Norimberga e Saarbrücken Oggi si sono svolte in Commissione Esteri della Camera dei deputati, le interrogazioni,...

Di Biagio soddisfatto del “risultato raggiunto” per le sedi consolari di Norimberga e Saarbrücken

Oggi si sono svolte in Commissione Esteri della Camera dei deputati, le interrogazioni, a firma dell’on. Aldo Di Biagio e dei parlamentari eletti all’estero del Pdl,  relative alla questione della razionalizzazione della rete consolare estera, ed in particolare delle sedi di Norimberga e Saarbrücken e dell’avvio del consolato digitale, “questioni di assoluta importanza per i nostri connazionali all’estero”.

“La decisione del Governo, in seguito alle intese sollecitazioni parlamentari, di consultazioni con il Ministero degli Esteri tedesco e di referenti dei Lander coinvolti, anche attraverso la nostra Ambasciata d’Italia a Berlino, ha garantito una nuova forma di presenza consolare a Norimberga e Saarbrücken, sul modello dello sportello consolare” spiega di Biagio.

“Per quanto riguarda invece – prosegue Di Biagio – l’avvio del consolato digitale, ovvero all’accesso via internet dei servizi consolari, presentato a Bruxelles in via sperimentale, il Governo nel confermare che il SIFC sará progressivamente esteso agli altri uffici in Europa, ha garantito, altresí,  adeguata formazione informatica del personale addetto. Oltretutto, per quanto riferito in Commissione, l’attivazione del SIFC è stata realizzata in parallelo all’introduzione in tutta la rete diplomatica-consolare del passaporto biometrico. La richiesta del nulla osta per i passaporti ai residenti esteri viene gestita direttamente dal Ministero dell’ Interno, che per velocizzare la procedura di trasmissione dei nulla osta ha previsto l’utilizzo della posta certificata”.

“Sono felice – conclude Di Biagio – del risultato raggiunto per le sedi consolari di Norimberga e Saarbrücken, frutto del lavoro inteso e coordinato di tutte le istituzioni interessate e per quanto riguarda il consolato digitale, a mio avviso, stiamo percorrendo la strada giusta verso l’innovazione dei servizi all’estero.

Oppure condividila!

Piaciuta la notizia? Forse ti può interessare..

Lascia un commento

Invia il commento